/ Cronaca

Cronaca | 23 agosto 2019, 15:44

Agaggio: automobilisti 'bloccati' per via di un soccorso insultano i volontari della Croce Verde di Arma

Un episodio dai toni sconcertanti. Secondo quanto confermato dalla pubblica assistenza, le aggressioni e gli insulti verso i soccorritori sono più frequenti di quanto si possa immaginare

Agaggio: automobilisti 'bloccati' per via di un soccorso insultano i volontari della Croce Verde di Arma

Episodio dai toni sconcertanti quello avvenuto ieri mattina ad Agaggio superiore, dove alcuni volontari della Croce Verde di Arma di Taggia, impegnati in un soccorso sono stati insultati da alcuni automobilisti che si sono dovuti fermare. Il traffico era stato bloccato a causa della presenza dell'ambulanza e dell'automedica, in mezzo alla strada, per soccorrere un ciclista 58enne che in seguito ad una caduta aveva riportato un trauma cranico ed alcune contusioni. 

Durante la stabilizzazione del paziente i militi sono stati apostrofati come 'figlio di p...', 'pezzo di m...', 'togli quel mezzo di m... da mezzo'. Insomma un fatto gravissimo. Gli insulti ovviamente non hanno impedito il soccorso nel tratto di strada particolarmente stretto. I volontari hanno caricato il paziente in ambulanza e l'hanno trasferito al pronto soccorso ma quanto accaduto offre sicuramente alcuni spunti di riflessione. 

Infatti, questo episodio nella sua gravità non è la prima volta che si verifica, anzi. Secondo quanto confermato dalla pubblica assistenza, le aggressioni e gli insulti verso i soccorritori sono più frequenti di quanto si possa immaginare. Assurdo se si considera che in quel momento queste persone prestano soccorso a qualcuno ed è ancora più inconcepibile pensare che questa situazione sia nata dallo stop temporaneo al traffico, come se la meta da raggiungere in un qualsiasi giorno di vacanza, fosse più importante di una persona rimasta ferita, bisognosa delle cure e con la necessità e l'urgenza di dover raggiungere l'Ospedale più vicino.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium