/ Cronaca

Cronaca | 19 agosto 2019, 16:17

Ventimiglia: Polizia di Frontiera ferma 26enne macedone, doveva scontare una pena di 4 anni e 3 mesi

Controlli di ferragosto per la Polizia di Frontiera: sono state messe in campo ben 77 pattuglie e 174 uomini che hanno controllato 321 automezzi e identificato 1448 persone.

Ventimiglia: Polizia di Frontiera ferma 26enne macedone, doveva scontare una pena di 4 anni e 3 mesi

Una 26enne macedone che doveva scontare una condanna in carcere non è sfuggita ai controlli intensivi avviati alla barriera autostradale di Ventimiglia dalla Polizia di Frontiera. Dopo l'arresto di un ricercato romeno (LINK), a poche ore di distanza gli agenti hanno trovato un'altra persona da attenzionare. La giovane straniera viaggiava a borgo di una Peugeot che stava cercando di entrare in Italia.

Il conducente dell'auto alla vista dei controlli oltre barriera ha cercato più volte di cambiare corsia nella speranza di riuscire ad evitare l'alt delle forze dell'ordine. L'atteggiamento non è passato inosservato, anzi. Gli agenti della Polizia di Frontiera hanno fermato il mezzo e deciso di approfondire il controllo sull'identità della giovane passeggera a bordo dell'auto.

La 26enne era destinataria di un'ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma nel gennaio del corrente anno, dovendo scontare 4 anni e 3 mesi di reclusione di cumulo pene per reati di furto in appartamento e furto aggravato commessi negli ultimi cinque anni prevalentemente nel Lazio, Marche, Sardegna e Lombardia. Al termine delle formalità di rito, la donna è stata associata al carcere femminile di Genova Pontedecimo.

Questi due fermi a distanza di poche ore rappresentano il risultato principale dell'azione di controllo avviata sul territorio dalla Polizia di Frontiera sotto il coordinamento del dirigente Martino Santacroce. Nel corso della settimana di Ferragosto sono state messe in campo ben 77 pattuglie e 174 uomini che hanno controllato 321 automezzi e identificato 1448 persone.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium