/ Attualità

Attualità | 18 agosto 2019, 12:11

Nasce ‘U Pan Bagnau DeChi’, esperienza nata in sinergia tra ‘La Confraternita du Pan bagnau’ e Confesercenti

Una nuova collaborazione mirata a promuovere un prodotto tipico del nostro territorio. Questa nuova de.co. debutterà questa sera al Moac di Sanremo, ospite di CNA, con uno show cooking a cura di Franz Verrando della Confraternita

Nasce ‘U Pan Bagnau DeChi’, esperienza nata in sinergia tra ‘La Confraternita du Pan bagnau’ e Confesercenti

Un nuovo sodalizio nato per far riscoprire e valorizzare questo antico piatto, tipico del Nizzardo e dell'estremo ponente ligure, un piatto semplice e ligure al 100/100, emblema della dieta mediterranea.

La parola ‘bagnat’ deriva dal verbo in dialetto nizzardo che significa ‘bagnato’ umido. Questo perché in antichità il pane duro veniva inumidito e reso molle con un po’ d’acqua o grazie al sugo del pomodoro. Un piatto che in origine era un piatto povero. Si preparava utilizzando fette di pane raffermo, ammorbidito sotto un filo d’acqua e poi condito con un pomodoro fresco, oppure aggiunto a pezzetti a un’insalata di verdure crude di stagione perché prendesse un po’ di corpo.

Con il passare del tempo, l’insalata divenne contenuto e il pane, contenitore. Il pan bagnau prese la forma di un panino imbottito. Comodo da trasportare, si conquistò presto il ruolo di merenda dei pescatori e, in generale, di chi usciva di primo mattino per andare al lavoro. Poco a poco, il ‘guscio’ del pan bagnau venne ammorbidito con l’olio, e anche all’interno si aggiunsero nuovi ingredienti. Fu l’avvento del tonno – che nel 1800 e ancora a inizio ‘900 era un pesce costoso, e quindi ‘borghese’ (al contrario dell’acciuga, più economica e ‘popolare’) – che decretò l’affermarsi del menu attuale.

Da settembre il ‘PanBagnau DeChi’ sarà un prodotto de.co certificato con bollino e con uno specifico disciplinare da rispettare rigorosamente, accompagnato da un nuovo brand ad hoc promosso direttamente dal ‘Club de PanBagnau DeChi’ by Confesercenti, nelle Enoteche, Chioschi, Bar e Paninerie che vorranno aderire al progetto. Il rigore sarà legato ai prodotti che compongono il piatto, dalle misure e forma del pane, dalle olive che dovranno essere taggiasche, l’aglio di Vessalico o il basilico.

Lo stemma della Confraternita porta oltre al classico scudo centrale riportante la denominazione in bel rosso ‘Pumata’ negli svolazzi e ornamenti esterni i colori degli ingredienti tipici del tipico Pan Bagnau ovvero dall'oro dell'olio extra vergine di oliva in alto, fino al rosa del tonno in basso passando per il  verde basilico al rosso peperone al giallo tuorlo uovo sodo, bianco delle cipolla e dell'aglio per terminare con il marrone/nero delle olive taggiasche. La commercializzazione del ‘Pan Bagnau DeChi’ sarà stagionale, legata alla stagione di produzione del tipico pomodoro ‘cuore di bue’.

Questa nuova de.co. debutterà domenica 18 agosto alle ore 22.00 al Moac di Sanremo, ospite di CNA, con uno show cooking a cura di Franz Verrando della Confraternita. “Vogliamo offrire - conclude Confesercenti - una nuova opportunità per far conoscere il Ponente Ligure attraverso la delicatezza, squisitezza dei prodotti della nostra terra, riscoprendo antiche ricette della tradizione. Sarà anche un nuovo prodotto commerciale che i nostri imprenditori del settore eno-gastronomico potranno offrire nelle tavole sostenuti da una campagna frendly promozionale di Confesercenti”. 

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium