/ Eventi

Eventi | 14 agosto 2019, 07:41

Cervo: oltre 400 spettatori ieri sul Sagrato dei Corallini per il concerto dei ‘Berliner Philarmoniker’ e Tatjana Vassiljeva (Foto e Video)

Il concerto ha proposto pagine di Mozart e Čaikovskij, un repertorio che valorizza il timbro degli strumenti e il contrasto degli umori, in equilibrio tra intenso lirismo, pathos e acceso virtuosismo.

Cervo: oltre 400 spettatori ieri sul Sagrato dei Corallini per il concerto dei ‘Berliner Philarmoniker’ e Tatjana Vassiljeva (Foto e Video)

Luna quasi piena (il plenilunio è previsto per domani) ma Sagrato dei Corallini in Cervo stracolmo con circa 400 spettatori, ieri sera per il quintetto dei solisti ‘Berliner Philarmoniker’ e Tatjana Vassiljeva, primo violoncello dell’Orchestra del Concertgebouw di Amsterdam.

Il concerto ha proposto pagine di Mozart e Čaikovskij, un repertorio che valorizza il timbro degli strumenti e il contrasto degli umori, in equilibrio tra intenso lirismo, pathos e acceso virtuosismo. Il prestigioso ensemble è tornato a Cervo dopo un anno, in collaborazione con il Festival Paganiniano di Carro.

Due violini, due viole e un violoncello (Luiz Felipe Coelho e Romano Tommasini al violino, Wolfgang Talirz e Kyung Min Park alla viola, David Riniker al violoncello): questi sono gli archi solisti dei Berliner a cui si aggiunge Tatjana Vassiljeva, primo violoncello dell’Orchestra del Concertgebouw di Amsterdam, e si forma il Sestetto, per un programma speciale, peculiare e raffinato.

Ha aperto la serata la trascrizione per Sestetto d’Archi della Sinfonia Concertante per violino e viola di Mozart, pagina di peculiare densità espressiva, specie per la scelta della viola, strumento ‘schivo’ per natura, lontano dalle esigenze virtuosistiche per ragioni tecniche e timbriche (ha voce molto vellutata ma non certo brillante). Dall’abbinamento della viola con il ‘petualnte’ violino si genera un dialogo di impareggiabile delicatezza, in cui la voce più bassa, non secondaria, conferisce anzi all’esecuzione un colore tutto particolare: una composizione che, accanto alle caratteristiche ‘sinfoniche' assimilate dalle esperienze di Mannheim (sede della famosa orchestra fondata da Stamitz), offre l’opportunità di apprezzare le qualità specifiche degli strumenti in gioco, come in un concerto solistico.

Il concerto è stato preceduto da due cicli di guida all’ascolto a cura di giovani allievi dell’Associazione San Giorgio Musica di Cervo.

(Foto e Video di Marcello Nan)

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium