/ Politica

Politica | 10 agosto 2019, 07:14

Pigna: elisoccorso nell’alta Val Nervia, grido d’allarme del Sindaco Trutalli “Non c’è un punto in cui possa atterrare"

"Ci stiamo attivando per realizzare una nuova piazzola, necessario accelerare i tempi. E’ un problema serio, vogliamo parlare di turismo e poi non riusciamo a garantire un collegamento alla rete mobile o a realizzare un sicuro punto di atterraggio per l’elisoccorso, è necessario intervenire al più presto.”

Pigna: elisoccorso nell’alta Val Nervia, grido d’allarme del Sindaco Trutalli “Non c’è un punto in cui possa atterrare"

“L’alta Val Nervia non ha un punto sicuro in cui poter far atterrare l’elisoccorso e questa per la nostra zona, vista la grande presenza turistica soprattutto sui sentieri, è una grande criticità.” A lanciare in grido d’allarme è il Sindaco di Pigna Roberto Trutalli che, in questi giorni, si sta attivando per dare alla vallata una piazzola d’atterraggio che significa anche una maggiore sicurezza.

L’elicottero è sempre atterrato nel vecchio campo di Pigna, o in quel che ne resta, ma sono state riscontrate delle problematiche: “La polvere che inevitabilmente si alza nell’atterraggio - spiega Trutalli - potrebbe causare alcuni danni alle turbine. Di solito si preferisce atterrare su suoli più compatti o su piazzole.” 

Il comune di Pigna ha una rotonda realizzata nella zona dell’ex centro termale che vorrebbe sistemare e far diventare un’area di atterraggio per l’elisoccorso, che è anche di facile accesso per le ambulanze e le automediche. 

“Si tratta di un’emergenza per l’alta Val Nervia - continua Trutalli - d’estate la grande massa di gente e turisti che si riversa sui nostri sentieri ha bisogno di sicurezza e la realizzazione di questa piazzola è un fattore molto importante. Per far questo è necessario coinvolgere anche gli altri comuni della zona, così da creare un punto di atterraggio serio e sicuro, su questo occorre lavorare.” 

A questo si aggiunge una problematica che riguarda la telefonia mobile: “Tutta la parte a sud è sprovvista di collegamento - aggiunge - ne ho parlato con il Prefetto, anche in questo caso ne va della sicurezza di chi frequenta la zona e i sentieri dell’alta Val Nervia. E’ un problema serio, vogliamo parlare di turismo e poi non riusciamo a garantire un collegamento alla rete mobile o a realizzare un sicuro punto di atterraggio per l’elisoccorso, è necessario intervenire al più presto.” 

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium