/ Politica

Politica | 10 agosto 2019, 17:36

Futuro della casa da gioco, 'Sanremo Libera' bacchetta il sindaco per non aver risposto ad una lettera aperta

Condò: "La facciata di educazione e disponibilità che il Sindaco Biancheri con il suo entourage avevano dimostrato durante la campagna elettorale, veloce come un lampo è tutto sparito..."

Alessandro Condò

Alessandro Condò

“Educazione e rispetto: sono due prerogative essenziali per poter meritarsi l'appellativo di persona meritevole e civile. Quando vengono a mancare, risulta difficile credere che ci si possa muovere verso prospettive positive e di crescita. Siamo tutti preoccupati di cosa ne sarà del nostro paese, la politica non è sicuramente riuscita a dare quelle risposte che gli italiani avrebbero bisogno. Si potrebbe sintetizzare cosi: gli italiani chiamano e i palazzi non rispondono. Ottenuta la poltrona, arrivederci e grazie”. A dirlo è Alessandro Condò di ‘Sanremo Libera’ che lamenta il fatto di non aver ricevuto risposta dopo 40 giorni alla lettera aperta inviata al sindaco Alberto Biancheri sul futuro del Casinò.

“Ma anche in questa nostra Sanremo - continua Condò - vale il detto che ogni mondo è paese, vi spieghiamo: la facciata di educazione e disponibilità che il Sindaco Biancheri con il suo entourage avevano dimostrato, veloce come un lampo è tutto sparito. Per carità signor Sindaco, Lei ha vinto le elezioni alla grande, ma deve riuscire a governare i prossimi 5 anni nel migliore dei modi. A questo punto riprendiamo il discorso dell'educazione e del rispetto che anche noi oggi semplici cittadini, meriteremmo.

Le scrivemmo il 24 luglio in privato e poi una lettera aperta il 7 agosto, per conoscere i criteri con cui avrebbe basato le scelte per la prossima gestione dei casinò, una società amata e forse anche odiata, ma che nel tempo ha sicuramente creato in città tanto benessere. È un fatto oggettivo. Ora, lei Signor Sindaco, in 40 giorni, non ha creduto che noi meritassimo quel minimo di attenzione e rispetto utile a risponderci. Stiamo ancora aspettando e continueremo a chiederle fino a quando non ritroverà di nuovo quella verve cosi ben esibita durante la campagna elettorale. A presto”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium