/ Cronaca

Cronaca | 20 luglio 2019, 07:21

Ventimiglia: musica ad alto volume in passeggiata Cavallotti, residenti esausti vendono gli alloggi (Video)

Già nei giorni scorsi abbiamo pubblicato le lamentele di alcuni cittadini di Ventimiglia che abitano in passeggiata Cavallotti, sul lungo mare. Dopo la serata di ieri i residenti tornano sul ‘piede di guerra’, per l’eccessivo ‘volume’ a cui alcuni locali propongno la musica.

Ventimiglia: musica ad alto volume in passeggiata Cavallotti, residenti esausti vendono gli alloggi (Video)

Si ripete per l’ennesima volta nella nostra provincia il problema relativo al confine tra chi d’estate vuole divertirsi e chi, invece, ha diritto di riposare senza dover convivere con rumori e musica assordante che arriva dai locali.

Già nei giorni scorsi abbiamo pubblicato le lamentele di alcuni cittadini di Ventimiglia che abitano in passeggiata Cavallotti, sul lungo mare. Dopo la serata di ieri i residenti tornano sul ‘piede di guerra’, per l’eccessivo ‘volume’ a cui alcuni locali propongno la musica.

“Le serate estive sono diventate un vero incubo per tutti noi – ci dicono alcuni di loro – visto che siamo circondati da locali che senza rispetto alcuno nei confronti degli abitanti del circondario fanno musica a volume altissimo da non permettere nemmeno di poter sentire la Tv o di avere un attimo di riposo”. Ma, secondo quanto evidenziano gli stessi residenti, quando finisce la musica assordante, ci pensano i loro clienti: “Secondo noi privi di qualsiasi educazione e di rispetto, urlano per strada, bisticciano e vandalizzano tutto ciò che li circonda fino alla mattinata”.

I residenti hanno chiesto aiuto agli amministratori comunali ma con scarsi risultati e, addirittura, ci sono alcuni che hanno deciso di vendere il loro alloggio per la disperazione. I residenti ci hanno anche inviato un video, all’interno del quale si sente il volume altissimi che arriva direttamente nelle case.

L'unica cosa ottenuta è il rispetto dell'orario di fine musica, che per fortuna non va oltre la mezzanotte: “Ma il volume così alto – terminano i residenti - con persone anziane o ammalati è veramente troppo. Ma non esisteva la tutela alla quiete pubblica? Soprattutto è questione di rispetto cosa che purtroppo manca nella nostra città”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium