/ Cronaca

Cronaca | 19 luglio 2019, 17:22

Bordighera: è morto il cucciolo di 'Stenella striata' che ieri sera ha nuotato vicino alla battigia (Foto e Video)

Secondo le informazioni raccolte sul posto dall’esperta Sabina Airoldi, sembra che alcuni presenti abbiano avvicinato la stenella, nonostante le raccomandazioni di non farlo, per il rischio che possano morire di infarto.

Bordighera: è morto il cucciolo di 'Stenella striata' che ieri sera ha nuotato vicino alla battigia (Foto e Video)

E’ purtroppo morto il cucciolo di ‘Stenella striata’, probabilmente di circa 2 o 3 settimane di vita, trovato ieri sera verso le 18, a pochi metri dalla battigia, sulla spiaggia di Bordighera. Anche se non c’è la certezza, alla Guardia Costiera sono arrivate informazioni da più persone che hanno visto il delfino senza vita.

Secondo le informazioni raccolte sul posto dall’esperta Sabina Airoldi, sembra che alcuni presenti abbiano avvicinato la stenella, nonostante le raccomandazioni di non farlo, per il rischio che possano morire di infarto. Nonostante le polemiche gratuite scritte (tanto per cambiare) sui social, sarebbe stato auspicabile che il delfino fosse stato lasciato sulla spiaggia, per poter eseguire una necroscopia e capire le cause della morte, oltre ad una serie di prelievi.

Il lavoro di ricerca si è svolto per tutta la mattina dalla stessa Sabina Airoldi e dai militari della Guardia Costiera di Sanremo, coordinati dal Comandante Giorgio Coppola. Il piccolo, anche grazie al video inviato da Sabina Airoldi ai veterinari del Ministero dell’Ambiente, appariva sano ma disorientato. Vocalizzava continuamente per chiamare la madre a dimostrazione che aveva perso l’orientamento.

“In questi casi le uniche cose da fare – ha detto Sabina Airoldi – sono quelle di lasciarlo stare affinchè la madre lo ritrovi o di portarlo in alto mare, per fare in modo che un’altra mamma lo allatti e lo aiuti a sopravvivere. Ieri abbiamo ottenuto una straordinaria collaborazione del Comandante Coppola e dei militari della Guardia Costiera. Abbiamo chiesto ai bagnanti che gli nuotavano attorno di lasciarlo stare, sia per non stressare l’animale che per consentire alla madre di ritrovarlo”.

Nonostante sia stata messa a disposizione subito una motovedetta, non ci sarebbe stato il tempo di catturarlo per portarlo a largo, visto il buio imminente. “Abbiamo deciso di attendere questa mattina – prosegue Sabina Airoldi – e, dall’alba, abbiamo fatto una serie di controlli dal lungomare ma, purtroppo, del delfino nessuna traccia”. Poi è arrivata la conferma da alcuni presenti, che il delfino sarebbe morto nella tarda serata di ieri.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium