/ Politica

Politica | 18 luglio 2019, 14:08

Vallecrosia: arresti della Finanza di ieri, Paolino "Sono sempre stato negativo per la convenzione con la Caribù'

"Si corre il rischio che il volontariato non lo si faccia per il Comune di Vallecrosia ma per chi è comunque pagato per farlo e sta a guardare, domande che saranno anche oggetto di una richiesta di convocazione urgente del consiglio comunale”.

Vallecrosia: arresti della Finanza di ieri, Paolino "Sono sempre stato negativo per la convenzione con la Caribù'

“E’ con tristezza e rammarico che leggo nuovamente che il nome di Vallecrosia viene associato ad una vicenda veramente degradante per la dignità umana e dai contorni inquietanti”.

Interviene in questo modo il Consigliere di opposizione a Vallecrosia, Emidio Paolino, commentando gli accadimenti di ieri che hanno visto i 4 arresti della Guardia di Finanza. “Non è una novità – prosegue Paolino - che la mia opinione sulla convenzione con la cooperativa Caribù, tanto pubblicizzata dall’Amministrazione Biasi, non fosse per niente positiva per le motivazioni che ho spiegato chiaramente in tempi non sospetti (il 22 agosto del 2018) ed in questi ultimi mesi ho impegnato risorse per verificare alcune situazioni poco chiare in merito a lavori eseguiti dai ‘volontari’ in relazione alle somme erogate alla Cooperativa e alla sovrapposizione di tali interventi con il capitolato d’appalto per il verde pubblico che comprende tutta una serie di interventi che, sembrerebbe, siano stati effettuati dai ‘volontari’ (soggetti a gratificazione monetaria e quindi ‘volontari’ esclusivamente di nome) ma compresi nel capitolato”.

“Certo è che – prosegue - i miei dubbi, sono sempre stati contenuti in una cornice amministrativa nella quale, come opposizione, è mio dovere vigilare affinchè le risorse dei cittadini di Vallecrosia non vengano sprecate e mal utilizzate, ma alla luce degli ultimi eventi il contesto cambia in modo radicale. E’ quindi mia intenzione richiedere all’ Amministrazione Biasi a che titolo sono state erogate le somme descritte nella convenzione, con la Cooperativa Caribà e nello specifico il compenso di 6.000 euro + iva mensili (prima convezione della durata di 5 mesi successivamente rinnovata) per un totale di 36.000 euro + iva, comprensivi di 2.400 come gratificazione ai volontari (unico Comune in provincia che li ha elargiti, oltretutto, per convenzione, erano distribuiti a discrezione della cooperativa) la quale oltretutto, sempre per convenzione, ha diritto a 1.500 euro per ‘l’acquisto di materiale ritenuto necessario per l’espletamento dei lavori ma utenti i eseguiti dai migranti’.”

Paolino termina con una serie di domande all’Amministrazione: “A che titolo, un consigliere di maggioranza ha effettuato interventi insieme ai migranti? Con quale mansione e che lavori ha eseguito e, più importante, questi lavori sono stati quantificati? Sono stati stralciati dal compenso alla cooperativa e all’appaltante del verde pubblico? Altrimenti si corre il rischio che il volontariato non lo si faccia per il Comune di Vallecrosia ma per chi è comunque pagato per farlo e sta a guardare, domande che saranno anche oggetto di una richiesta di convocazione urgente del consiglio comunale”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium