/ Arma Taggia Valle Argentina

Arma Taggia Valle Argentina | 16 luglio 2019, 07:21

46ª Sagra della Frandura a Montalto: il presidente della Pro Loco Brizio "Questa sarà un'edizione di rottura con il passato"

Questa sarà la 46a edizione e sarà caratterizzata da alcune novità, presentate dal presidente della Pro Loco, Alberto Brizio.

46ª Sagra della Frandura a Montalto: il presidente della Pro Loco Brizio "Questa sarà un'edizione di rottura con il passato"

Il 18 agosto a Montalto (Montalto Carpasio) tornerà l'appuntamento con la Sagra della Frandura. Questa sarà la 46a edizione e sarà caratterizzata da alcune novità, presentate dal presidente della Pro Loco, Alberto Brizio.

“Sarà un'edizione di rottura, diversa rispetto al passato. - conferma il presidente – In questi anni come Pro Loco abbiamo sempre dato un determinato taglio alle feste ma non penso che sia stato un modo efficace. Non abbiamo valorizzato il nostro territorio. Quindi da gennaio, da quando ho assunto l'incarico e di comune accordo con questo gruppo abbiamo deciso di attuare una politica diversa: facciamo meno eventi ma che siano più calati nel contesto locale in cui viviamo. Invece di fare solo la sagra vogliamo promuovere e far conoscere il paese alle tante persone che ci verranno a trovare”.

La Sagra rimarrà sempre in piazza Truppe Alpine ma oltre alla degustazione della frandura si potrà andare alla scoperta di Montalto. “Vogliamo che la gente passeggi, visiti il nostro paese e lo possa conoscere in tutti i suoi aspetti che lo caratterizzano per storia e cultura, oltre che per il ricco patrimonio architettonico. Per questo ci saranno tre visite guidate con persone del posto che racconteranno e spiegheranno i nostri punti di maggiore interesse come la loggia degli sposi famosissima tanto da far conoscere Montalto come paese romantico. Inoltre le chiese e gli spazi espositivi, come la sala Confraria, rimarranno aperte e saranno di libera fruizione. Oltre alle opere in ardesia sarà possibile visionare alcuni filmati promozionali che mostreranno gli angoli più caratteristici del borgo”.

Un'altra novità sarà la presenza di artigiani della Valle Argentina. “Ci saranno numerosi stand che ospiteranno le creazioni fatte dalle persone del territorio. Sarà possibile acquistare cestini, formaggi, erbe officinali e molto altro. In questo modo contribuiremo a far conoscere anche l'artigianato locale, una importante realtà economica di questa valle Argentina. Oltre a questo non mancheranno gli aspetti tradizionali di questa sagra: dalle ore 12 sarà attivo il servizio bar e ristorante con la frandura prodotta ad oltranza per tutto il giorno, così come il concorso dedicato ai più piccini con la premiazione della patata 'ciù strana, petita e grossa'. Infine, c sarà la musica in paese e la serata danzante con i 'Nota Libera' per accontentare tutti i gusti” - conclude il presidente della Pro Loco.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium