/ CRONACA

CRONACA | 14 luglio 2019, 08:43

Savona: sette colpi di pistola per uccidere la ex moglie, prosegue in tutta la regione la caccia a Domenico Massari

L'omicidio ieri sera alle 22 al ristorante Aquario

Deborah Ballesio, 39 anni

Deborah Ballesio, 39 anni

Sta proseguendo senza sosta la caccia all'uomo di Polizia e Carabinieri per ritrovare Domenico "Mimmo" Massari, il 54enne che nella serata di ieri, intorno alle 22, ha ucciso al ristorante Aquario a Savona in via Nizza la ex moglie Deborah Ballesio, 39 anni.

Un tragico epilogo che è costato la vita alla donna, organizzatrice della serata karaoke nel locale savonese, nel quale erano presenti circa 40 persone. Sette colpi d'arma da fuoco sono stati sparati da Massari che avrebbero colpito mortalmente l'ex moglie e ferito gravemente una donna di 62 anni alla gamba (attualmente ricoverata all'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure) e di striscio un'altra donna e una bambina (trasportate invece al San Paolo di Savona).

Tanta la paura per le persone presenti che subito hanno pensato ad un attentato ma poi hanno dovuto far fronte alla tragica realtà. 

Massari, secondo le prime informazioni giunte da alcuni testimoni sarebbe arrivato e si sarebbe dileguato dalla spiaggia. Per quello questa notte i vigili del fuoco hanno setacciato la zona e soprattutto un canale di scolo che sfocia proprio nello specchio acqueo zinolese.

L'episodio è purtroppo il tragico epilogo di una storia che aveva già visto l'uomo condannato per il reato di stalking nei confronti della donna: nel 2015 proprio lui aveva dato fuoco al night di Altare, locale di proprietà dell'ex compagna. Per quel fatto patteggiò una condanna di tre anni e due mesi.

Luciano Parodi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium