/ POLITICA

POLITICA | 12 luglio 2019, 09:53

Bordighera: spostamento dell'asilo a Villa Filomena, Trucchi e Lorenzi "Nessuna informazione alla minoranza"

"Restiamo a disposizione del Sindaco, anche se con poca speranza per eventuali contatti e approfondimenti che d'altronde sarebbero auspicabili in un rapporto sano tra maggioranza e opposizione su temi di questa importanza”.

Bordighera: spostamento dell'asilo a Villa Filomena, Trucchi e Lorenzi "Nessuna informazione alla minoranza"

“Durante le ultime settimane abbiamo seguito le vicende relative al programmato spostamento di tre sezioni della scuola dell'infanzia di Villa Felomena ad altra sede. Non ci sono state consultazioni con la minoranza malgrado questa rappresenti una larga parte della popolazione. Solamente una breve comunicazione del Sindaco in consiglio comunale aveva avvisato della probabile decisione di utilizzare per la scuola la sede di Via Lamboglia, con previsione quindi di trasloco in sede non identificata della Protezione Civile e dei servizi ad essa collegati”.

Intervengono in questo modo Giuseppe Trucchi di ‘Semplicemente Bordighera’ e Mara Lorenzi di ‘Civicamente Bordighera’, che proseguono: “La stessa Protezione Civile d'altronde non era stata preventivamente consultata o avvertita così come addirittura neppure la Dirigenza Scolastica. Comportamenti che non alimentano certo fiducia e apprezzamento verso il modo di operare della Amministrazione. Dopo una approfondita analisi della situazione riteniamo che la scelta di via Lamboglia per le tre sezioni di scuola dell'infanzia sia gravata di numerose criticità che di seguito elenchiamo. Spesa ingente che si ipotizza attestarsi sui 120.000 euro per rendere i locali usabili ed ospitali per i bambini,mancanza di sicurezza antisismica dell'edificio,necessità di ridurre la fruibilità pubblica dei giardini Monet che per metà dovrebbero essere isolati e dedicati ai bambini, necessità di messa in sicurezza con cancelli su tutti gli sbocchi delle aree affacciate su Via Romana e Via Lamboglia, e sopratutto spostamento della Protezione civile con tutti i suoi servizi già installati e relative attrezzature come radioamatori, COC e COM per i quali Bordighera è Comune Capofila senza avere una destinazione precisa ove ubicarla e con rischio che la stessa si trasferisca fuori Bordighera pur mantenendo ovviamente la disponibilità a prestare la assistenza alla nostra città,coesistenza con la Accademia Balbo ubicata al secondo piano di Via Lamboglia”.

“Di fronte a tali criticità e ad altre che per brevità non elenchiamo abbiamo effettuato un sopralluogo presso la vecchia scuola materna di Villa Palmizi attiva e funzionante sino a pochi anni fa. A nostro parere questa potrebbe essere una ottima alternativa. La struttura è ampia, dispone già di zona mensa e di bagni dedicati ai bimbi, di spogliatoio e bagno per insegnanti e di ampio giardino con accesso diretto. Per quelle che sono le nostre informazioni e osservazioni i lavori di ripulitura e restaurazione nonchè di messa in sicurezza potrebbero essere svolti con spesa molto modesta e inoltre esisterebbe una disponibilità di massima da parte degli organi dirigenti dell'Istituto a confrontarsi con il Comune per un accordo. Sappiamo che questa opzione era stata in passato valutata e scartata dal Sindaco ma ci ha molto colpito che non sia stata effettuata una analisi comparativa dei costi,economici e organizzativi,per accogliere i bambini in Via Lamboglia piuttosto che a Villa Palmizi”.

“Riteniamo vivamente consigliabile – terminano Trucchi e Lorenzi - riprendere in mano la idea e effettuare qualche valutazione progettuale ed economica approfondita prima di assumere decisioni definitive. Restiamo a disposizione del Sindaco, anche se con poca speranza per eventuali contatti e approfondimenti che d'altronde sarebbero auspicabili in un rapporto sano tra maggioranza e opposizione su temi di questa importanza”.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium