/ EVENTI

EVENTI | 10 luglio 2019, 07:11

Presentati i palinsesti della Rai: non si parla di Festival 2020, tanto meno di Sanremo 'Giovani' e 'Young'

Troppi interrogativi a 3 mesi dall’accademia musicale matuziana, 5 dal Festival dei giovani e 6 da quello principale.

Presentati i palinsesti della Rai: non si parla di Festival 2020, tanto meno di Sanremo 'Giovani' e 'Young'

I palinsesti della Rai per il 2019-2020 sono stati presentati, questa mattina, ma non si è parlato di Festival di Sanremo e, tanto meno, di ‘Sanremo Giovani’ e ‘Sanremo Young’. Viale Mazzini si è dimenticata della manifestazione musicale più importante d’Italia o vuole tenere sulle spine la città dei fiori, magari proponendo una riduzione degli impegni per la stagione?

Interrogativi leciti, che proponiamo oltretutto a pochi mesi dalla scadenza della convenzione triennale, stipulata nel 2018 e che termina alla fine del prossimo Festival di febbraio. Che la Rai voglia continuare a puntare sulla kermesse canora matuziana è chiaro e lo confermano i ricavi che ha portato a casa con pubblicità e sponsorizzazioni anche nella scorsa edizione. Ma, Sanremo ha bisogno di più perché non basta la settimana festivaliera (condita da quelle precedenti che portano comunque una serie di importanti presenze turistiche).

La stagione appena trascorsa ha regalato forse il meglio della programmazione Rai (se si eccettuano avvenimenti estivi degli anni ’90) con la settimana di ‘Sanremo Giovani’ che si sarebbe dovuta ulteriormente evolvere quest’anno e con la versione ‘Young’ presentata da Antonella Clerici. Cancellate tutte le trasmissioni di quest’ultima ci si chiede ‘Sanremo Young’ ci sarà ancora? Se si chi lo presenterà e, soprattutto, la formula sarà la stessa con la diretta dall’Ariston? E per terminare gli interrogativi, ‘Sanremo Giovani’ come verrà proposto, visto che nelle ultime settimane si era parlato della riduzione ad una serata?

Da viale Mazzini, al momento, tutto tace ed il Sindaco Biancheri sta ancora attendendo la convocazione a Roma, proprio per parlare di Festival e degli altri appuntamenti. I cambiamenti in Rai hanno sovvertito le speranze della città dei fiori, dopo la doppia stagione ‘baglioniana’. In attesa di conoscere la direzione artistica (Lucio Presta?) e la conduzione (Amadeus o Cattelan?) al momento il Festival del 70° è nel ‘limbo’ delle stanze romane.

C’è poi il nodo ‘Area Sanremo’. Il Sindaco, proprio al nostro giornale, aveva detto che comunque la manifestazione avrebbe subito un cambiamento rispetto allo scorso anno, ma al momento senza il ‘tour’ che si era svolto lo scorso anno i giovani che vogliono partecipare non sanno come. E poi, con il cambio di ‘Sanremo Giovani’ cosa accadrà ai vincitori di ‘Area Sanremo’? Insomma troppi interrogativi a 3 mesi dall’accademia musicale matuziana, 5 dal Festival dei giovani e 6 da quello principale.

Attendiamo risposte e che arrivino in fretta perché la città le attende soprattutto in chiave turistica e, quindi, economica.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium