/ Attualità

Attualità | 26 giugno 2019, 12:11

Sanremo: parcheggio 'selvaggio' dei camper a Pian di Poma, serve una regolamentazione maggiori controlli (Foto e Video)

Sia chiaro non arrecano grave disturbo ma devono essere regolamentati e, per questo serve un intervento dell’Amministrazione per risolvere il quotidiano problema della ‘invasione’ dei camper. Probabilmente basterebbe collocare una sbarra alta un metro e 80, per limitare i camper che rendono pericolosa la strada.

Sanremo: parcheggio 'selvaggio' dei camper a Pian di Poma, serve una regolamentazione maggiori controlli (Foto e Video)

Come ogni anno, con cadenze più o meno simili, si ripresenta il problema dei camper a Sanremo. Capita durante le vacanze di Natale e Pasqua, in occasione dei ponti festivi e, ovviamente, anche d’estate.

La polemica è sempre la stessa e, ne siamo certi, anche questa volta si innescherà con discussioni dall’una e dall’altra parte. Nella città dei fiori, partiamo da questo presupposto, manca una vera e propria area camper, anche se da tempo l’Amministrazione ci sta lavorando. Ci sono i ‘camping’ e questi sono solitamente sempre pieni. Poi, quando i posti finiscono, le ‘case viaggianti’ cercano qualsiasi luogo possibile, per stazionare.

In molti sostengono che bisognerebbe incentivare questo tipo di vacanza, anche perché i ‘camperisti’ consumano in città e possono portare aiuto al commercio, pur non dormendo in albergo. Altri, invece, inveiscono contro di loro, accusandoli di ‘portarsi tutto da casa’, di non spendere in città e, come in questo caso, di occupare spazi a loro non consentiti.

I luoghi più ricercati dai camper sono ovviamente quelli in riva al mare e, se sul lungomare Italo Calvino ormai da tempo la situazione è stata quasi totalmente risolta con il parcheggio a pagamento e la relativa sbarra, a Pian di Poma la situazione rimane di sosta ‘selvaggia’. Nelle immagini che ha girato un nostro lettore si vedono le ‘case viaggianti’ parcheggiate in fila indiana sulla strada che costeggia il campo di atletica.

Sia chiaro non arrecano grave disturbo ma devono essere regolamentati e, per questo serve un intervento dell’Amministrazione per risolvere il quotidiano problema della ‘invasione’ dei camper. Probabilmente basterebbe collocare una sbarra alta un metro e 80, per limitare i camper che rendono pericolosa la strada. Alcuni residenti e fruitori della strada sottolineano come l’area sia senza controllo e, nonostante le continue chiamate alla Municipale, ogni giorno, i camper arrivano a pochi metri dal bagnasciuga.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium