/ ECONOMIA

ECONOMIA | 24 giugno 2019, 19:00

Come scegliere un hosting per WordPress

La scelta di un hosting per il proprio sito WordPress è molto importante, soprattutto all'inizio.

Come scegliere un hosting per WordPress

WordPress è il programma più famoso al mondo per la ralizzazione di blog e siti internet. Grazie ad esso migliaia di blogger al giorno posso pubblicare i loro contenuti in maniera semplice e veloce, senza doversi preoccupare di codice HTML, CSS e quant'altro. WordPress infatti fornisce tutti gli strumenti necessari per poter personalizzare al meglio il proprio sito, grazie a tools, plugin e molto altro ancora.

Ci sono inoltre moltissimi servizi che mettono a disposizione la possibilità di poter scaricare il programma e collegarlo ad un dominio. L'inconveniente però è che quest'ultimo sarà in ogni caso associato al sito a cui ci si appoggia, e non sarà completamente personalizzato a meno che non si effettui un upgrade ad un account premium, spesso con costi superiori alle aspettative.
Per ovviare a tale inconveniente ci si può rivolgere a servizi di hosting indipendenti, che danno la possibilità di poter caricare WordPress iautonomamente. Difatti il programma è facilmente scaricabile dal sito, e totalmente gratuito.

Una volta scaricata la cartella con gli appositi file, basterà caricarla all'interno del pannello di controllo dell'hosting scelto, e procedere alla personalizzazione. Ma quali hosting scegliere per WordPress?

Cos'è un Hosting

Per chi non lo sapesse, un hosting WordPress è un servizio a pagamento che da la possibilità ad tutti gli utenti di internet di poter acquistare un dominio personalizzato, e caricare tutti i file relativi al sito per poterlo visualizzare in rete. Solitamente sono disponibili diverse personalizzazioni e opzioni che consentono di impostare tutti i parametri necessari, come ad esempio l'email da associare al sito. Attraverso un pannello di comando si possono creare cartelle, inserire file HTML, CSS, Java, ecc. Insomma tutto ciò che è necessario affinché il sito funzioni perfettamente. Esistono moltissimi servizi di hosting, alcuni molto costosi, altri decisamente più convenienti. Ma per capire quale di questi servizi sia il migliore, è necessario prendere in considerazione alcuni fattori, quali:
- Prezzo
- Performance
- Sicurezza
- Qualità
- Facilità d'uso
- e i servizi aggiuntivi
In base a tali caratteristiche facciamo una panoramica di quelli che sono i migliori servizi di hosting presenti al momento.

SiteGround

SiteGround è un servizio di hosting che opera già dal 2004 e si è fatto apprezzare nel tempo grazie alle sue caratteristiche piuttosto vantaggiose. Innanzitutto i prezzi, questo servizio offre tre opzioni di abbonamento mensile, da quella base che ha un valore di 3,95€ al mese, per passare alle versioni Premium, GrowBig e GoGeek rispettivamente del valore di 6,45€ e 11,95€ al mese.
Ogni pacchetto include il dominio personalizzato, gratuito per il primo anno, uno spazio web dove inserire il proprio materiale, e diverse altre opzioni in base al pacchetto scelto. In ogni versione è possibile installare WordPress, e nelle versioni Premium si può anche migrare il proprio sito WordPress all'interno di SiteGround, il team di esperti si occuperà dell'operazione.
Sono inoltre disponibili diverse altre opzioni che riguardano:
- Backup
- 30 giorni di garanzia
- Upgrade
- Diversi livelli di sicurezza contro attacchi hacker
- Creazione di email personalizzate in base al nome del sito
- Possibilità di ospitare molteplici siti internet grazie ai pacchetti Premium

BlueHost

Se si desidera una soluzione ancora più economica, allora BlueHost è quella più adatta. I prezzi di BlueHost si aggirano intorno ai 3,95$ al mese.
Oltre al dominio gratuito per un anno, BlueHost offre la possibilità di poter installare WordPress in maniera guidata, utile per chi è alle prime armi con questo programma.
Sono disponibili anche diverse opzioni tra le quali:
- Creazione di email personalizzate
- Banda illimitata
- Piattaforma per la creazione di siti con template integrati
- Aggiornamenti sempre disponibili
Lo svantaggio di questo hosting è che permette solamente la creazione di un sito web, ed un massimo di 5 caselle di posta elettronica. Oltre al fatto che il servizio è disponibile solamente in lingua inglese, uno svantaggio per chi ancora non conosce questa lingua.
Si rivela comunque un'ottima alternativa al servizio precedente, sia per affidabilità che per sicurezza, e rimane uno tra i migliori per chi vuole creare un sito WordPress di successo o un eCommerce.

VHosting

Questo è un provider completamente italiano, che offre pacchetti su misura per WordPress. I prezzi si aggirano tra i 40€ e gli 85€, e sono previste sei tipologie differenti di abbonamento. Tre per versioni economiche, e altrettante per le versioni più costose.
In base alla tipologia possono variare le performance di caricamento e velocità del sito. I vantaggi offerti da VHosting sono molteplici e possiamo ricordare:
- Spazio email dedicato
- Spazio di database illimitato
- Datacenter presenti in Italia, Germania e Francia
- Dominio gratuito
- Email illimitate
- Garanzia soddisfatti o rimborsati di 30 giorni
Ci sono comunque da segnalare alcune caratteristiche negative del servizio, come ad esempio il servizio di supporto chat non disponibile 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, e i costi non proprio convenienti dei vari pacchetti, che tra le altre cose non includono l'IVA. Prestate quindi molta attenzione in fase di acquisto.

GoDaddy

L'ultimo servizio di hosting di cui vogliamo parlarvi è GoDaddy. Questo servizio è tanto famoso e apprezzato quanto SiteGround, perché garantisce affidabilità. 
Gli abbonamenti previsti per questo hosting sono annuali, il che si traduce in prezzi che variano dai 4,87€ ai 9,75€ mensili, suddivisi in pacchetto Economy, Deluxe e Ultimate.
Il primo è quello base, e non offre grandi vantaggi, mentre gli ultimi due offrono diverse opzioni a seconda delle esigenze, tra cui uno spazio illimitato per i propri dati.
Altre opzioni a disposizioni sono:
- 500 account email
- Dominio gratuito per un anno
- Installazione guidata di WordPress
- Diversi pannelli per operare
- Statistiche per le performance del sito
- Supporto tecnico telefonico sempre disponibile
- Diverse opzioni di upgrade
Lo svantaggio più grosso è che i vari pacchetti non sono particolarmente vantaggiosi, e non sono previsti estensioni .it per i domini gratuiti.

Conclusioni

La scelta di un hosting per il proprio sito WordPress è molto importante, soprattutto all'inizio. In questa guida abbiamo selezionato solamente quelli che, a parere di molte altre recensioni presenti in rete, sono considerati i migliori e più convenienti per quanto riguarda qualità/prezzo.
È possibile trovare servizi di hosting anche più economici, e certamente con altre caratteristiche interessanti, ma è sempre meglio affidarsi all'inizio a qualcosa di già testato e assicurato, spendendo un pochino di più ma garantendosi dei risultati comprovati.
A fronte di questo è bene sempre assicurarsi che il servizio metta a disposizione una garanzia soddisfatti o rimborsati, in modo da poter valutare con tutta tranquillità il pacchetto scelto, e recedere dal contratto se non soddisfatti pienamente.
Altro parametro da valutare è l'assistenza, anche questa deve poter essere sempre disponibile, e preparata a risolvere qualsiasi evenienza.



ip

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium