/ Cronaca

Cronaca | 21 giugno 2019, 09:29

Diano Marina: rapina a mano armata all'hotel Nettuno, il racconto della figlia del titolare faccia a faccia con il rapinatore "Mi ha urlato di aprire la cassa"

Ferito il padre, fortunatamente di striscio, riportando una prognosi di dieci giorni. Il rapinatore è stato arrestato dai Carabinieri

Diano Marina: rapina a mano armata all'hotel Nettuno, il racconto della figlia del titolare faccia a faccia con il rapinatore "Mi ha urlato di aprire la cassa"

Era un momento di relax ieri sera all’hotel Nettuno di Diano Marina. Da poco era terminata la cena, e Nicole, figlia del titolare era dietro al bancone dove stava preparando i cocktail per i clienti, prevalentemente stranieri, seduti ai tavoli sul dehor fuori dall’albergo.

Intorno alle 21 un uomo, italiano, di Imperia, Guglielmo Rodolao, 54 anni, si è presentato a bordo di uno scooter, è entrato e tirando fuori un coltello ha minacciato la donna, intimandole di consegnargli l’incasso della giornata.

All’inizio farfugliava, non capivo cosa dicesse, – spiega Nicole a Imperia News – poi ha tirato fuori un coltello, dicendomi di aprire la cassa”. Poco distante il padre di Nicole, titolare dell’hotel, stava fumando una sigaretta, ha visto il trambusto e ha deciso di intervenire. “Il rapinatore lo ha colpito alla gola e alla pancia, per fortuna di striscio”, spiega ancora Nicole. Il padre è stato medicato al pronto soccorso, ha riportato una prognosi di dieci giorni.

Nel frattempo – continua Nicole – alcuni clienti lo hanno bloccato mentre cercava di risalire sullo scooter, lo hanno spinto facendolo cadere prima sul dehor e poi a terra. Subito dopo lo hanno immobilizzato e nel frattempo sono arrivati i Carabinieri che lo hanno arrestato”.

In cassa c'erano appena 50 euro. "Difficilmente teniamo contanti", conclude la donna.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium