/ Politica

Politica | 19 giugno 2019, 18:27

L'On. Di Muro al Presidente del Consiglio "Nella mia Ventimiglia c’è un confine ancora fermo nel silenzio totale ed assordante dell’Europa” (Video)

“Mi faccia un favore personale e quando parlerà con la Francia, chieda perché dal 2015 va avanti con proroghe e deroghe di Shengen".

L'On. Di Muro al Presidente del Consiglio "Nella mia Ventimiglia c’è un confine ancora fermo nel silenzio totale ed assordante dell’Europa” (Video)

Intervento dell’Onorevole ventimigliese, Flavio Di Muro, quest’oggi in Parlamento, a due giorni dalla prima riunione del Consiglio Europeo dopo le elezioni di fine maggio.

“Non è questa la sede per commentare i risultati – ha esordito - ma una cosa è certa e chi ha votato Lega (più di 9 milioni di italiani) ha voluto dare un segnale chiaro e preciso all’Europa”. Di Muro ha chiesto al Governo che l’Italia abbia un ruolo centrale nel nuovo Parlamento Europeo. Ha poi chiaramente chiesto di verificare come verranno spese le risorse, senza dimenticare i problemi del settore agricolo per colpa della ‘concorrenza sleale’ dei paesi terzi.

Di Muro è anche tornato sul problema dell’immigrazione: “E’ chiara e conosciuta la posizione della Lega. Siamo stati abbandonati dalle Istituzioni europee fin dall’insediamento di questo Governo”. Ma il Deputato frontaliero ha fatto una domanda specifica al Presidente del Consiglio: “Mi faccia un favore personale e quando parlerà con la Francia, chieda perché dal 2015 va avanti con proroghe e deroghe di Shengen. Nella mia Ventimiglia c’è un confine ancora fermo nel silenzio totale ed assordante dell’Europa”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium