/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 19 giugno 2019, 10:42

Esame di maturità al via, svelate le tracce della prima prova: da Ungaretti a Bartali, passando per Sciascia e Dalla Chiesa

Sette tracce tra analisi del testo, testo argomentativo e attualità

Esame di maturità al via, svelate le tracce della prima prova: da Ungaretti a Bartali, passando per Sciascia e Dalla Chiesa

L'attesa è finita. Da qualche ora è ufficialmente iniziato, per oltre 1.300 studenti della provincia di Imperia, il temuto esame di maturità.

Oggi la consueta prima prova: lo scritto di italiano, con sette tracce disponibili. Per l'analisi del testo 'Risvegli' di Giuseppe Ungaretti e 'Il giorno della civetta' di Leonardo Sciascia, tratto dal romanzo in cui l’autore siciliano racconta della mafia e di alcuni suoi delitti combattuti dal capitano Bellodi. 

Per quanto riguarda il nuovo testo argomentativo, sostitutivo del 'vecchio' saggio breve, spazio a tre differenti tracce. 'La cultura italiana del '900' di Corrado Stajano per l'ambito storico-politco, 'L'importanza del patrimonio culturale' per l'ambito artistico-letterario partendo da un libro di Tommaso Montanari e  infine alcuni brani tratti da 'L’illusione della conoscenza' degli autori Steven Sloman e Philip Fernbach per l'ambito tecnico-scientifico.

Le tracce di attualità hanno invece come argomenti: un discorso fatto dal prefetto Luigi Viana in occasione del trentennale dall'uccisione del generale Carlo Albero Dalla Chiesa e il ruolo dello sport nella società con parte dello storico articolo di Cristiano Gatti de 'Il Giornale' per raccontare l'impresa di Gino Bartali al Tour de France del '48 avvenuta in un periodo teso per l'Italia immediatamente successivo all'attentato a Palmiro Togliatti.

Niente Greta Thunberg dunque e lotta ambientalista, come si attendeva la gran parte degli studenti nel toto esame, e neanche i 50 anni dallo sbarco sulla Luna, Leonardo Da Vinci, di cui si celebrano 500 anni dalla morte, Martin Luther King, scomparso 90 anni fa, o la caduta del muro di Berlino.

Rotto il ghiaccio con il tema domani sarà il giorno dela seconda prova, sarà come sempre specifica per la materia d’'ndirizzo (in forma scritta, grafica o scritto-grafica, pratica, compositivo-esecutiva, musicale e coreutica).

La terza prova, esclusiva degli gli istituti di corso EsaBac o internazionale, è prevista per martedì prossimo. Il famoso e temuto 'quizzone', quindi, è stato eliminato dal programma come anche la tesina, che non sarà più richiesta per il colloquio orale finalizzato ad accertare il conseguimento del profilo culturale, educativo e professionale dello studente. In sostituzione, invece, gli alunni dovranno presentare un resoconto delle attività svolte nell'ambito dell'alternanza scuola-lavoro. 

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium