/ EVENTI

EVENTI | 18 giugno 2019, 08:14

Taggia: giovedì prossimo la grande festa della musica con il saggio dell'associazione culturale 'DoReMusica'

Terzo anno di attività per l'associazione che a capo vede Mirko Schiappapietre e Claudia Murachelli, la quale propone corsi di strumento e canto per tutte le età, una realtà unica a Taggia che, ogni anno, si rinnova con nuove iniziative ed attività per i soci.

Taggia: giovedì prossimo la grande festa della musica con il saggio dell'associazione culturale 'DoReMusica'

A Taggia la 'Festa della Musica' arriva prima con il saggio dell'associazione culturale 'DoReMusica', che si terrà giovedì alle 20.30, al teatro della parrocchia di Arma di Taggia, gentilmente concesso da Don Alessio e dalla parrocchia di San Giuseppe.

Terzo anno di attività per l'associazione che a capo vede Mirko Schiappapietre e Claudia Murachelli, la quale propone corsi di strumento e canto per tutte le età, una realtà unica a Taggia che, ogni anno, si rinnova con nuove iniziative ed attività per i soci.  

"Quest'anno abbiamo in serbo molte sorprese per i nostri spettatori - spiega il giovane presidente Mirko Schiappapietre, insegnante della classe di pianoforte, musica d'insieme e teoria musicale -. Si alterneranno sul palco circa 30 allievi con esibizioni singole, in trio ed in gruppo mettendo insieme tutte le età, dai 5 ai 60 anni, e le competenze apprese durante l'anno grazie ai corsi di canto, chitarra, batteria e pianoforte. Brani classici e moderni, grandi evergreen, rock e sperimentazioni, un momento ed un traguardo importante per i nostri ragazzi, e le loro famiglie".

L'associazione culturale 'DoReMusica' ha come obbiettivo la diffusione della conoscenza musicale in un'ottica giovane e dinamica, che possa avvicinare sempre più giovani e adulti alla musica in tutte le sue forme, assecondando i loro talenti e stimolando l'indubbio valore dello stare insieme, dell'ascolto e dello studio individuale e di gruppo.

"Per i ragazzi, e non solo, esibirsi in pubblico è una grande responsabilità." aggiunge Claudia Murachelli, vicepresidente ed insegnante di canto ed arpa celtica "un'esperienza che li aiuta a crescere ed a relazionarsi con gli altri, instaurando un dialogo sonoro che gli permettere di esprimere anche quelle emozioni e talenti che difficilmente si manifestano in altre forme. Per i meno giovani è un modo per assecondare una passione e mantenersi attivi e dinamici. Insomma, la musica fa bene a tutte le età e non è mai troppo tardi! Questo è il nostro modo di festeggiare la Festa Europea della Musica".

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium