/ CRONACA

CRONACA | 17 giugno 2019, 07:11

Sanremo: una domenica di follia con la differenziata, protagonisti sempre più i cittadini maleducati (Foto)

Dopo la zona portuale e via Galilei ecco strada Borgo Tinasso. Urgono interventi urgenti nelle sanzioni ai 'furbetti' da parte di Amaie Energia e forze dell'ordine.

Sanremo: una domenica di follia con la differenziata, protagonisti sempre più i cittadini maleducati (Foto)

Il problema immondizia e soprattutto differenziazione della stessa è una questione sempre più dibattuta e, tra l’altro, molto discussa nell’ultima tornata elettorale a Sanremo. Nello weekend appena trascorso il nostro giornale ha pubblicato diverse notizie relative ad abbandoni di ‘rumenta’ in diverse zone della città, in particolare quelle più ‘nascoste’, che permettono ai cosiddetti ‘furbetti della spazzatura’ di non ottemperare agli obblighi e spesso farla franca.

Abbiamo visto cosa è accaduto in via Galileo Galilei e nella zona portuale ma, anche strada Borgo Tinasso non è rimasta illesa dall’assalto dei maleducati che, in barba alle disposizioni comunali, gettano di tutto (compreso uno scaldabagno rotto), attorno alle isole ecologiche della zona, che seguono il sistema del conferimento 24 ore su 24 a cassonetto, con la chiave.

Come si può vedere dalle foto i conferimenti sono totalmente selvaggi e, possiamo garantirvi, sono anche assolutamente scorretti, visto che vengono mischiati plastica e carta mentre i cassonetti della differenziata, quando va bene, sono stracolmi di rifiuti che dovrebbero essere conferiti nei centri di raccolta (quando si è sfortunati, invece, si trovano appunto scaldabagni, vecchie tv ed altro abbandonati vicino agli stessi).

Dalle foto si può evincere come ieri mattina la situazione fosse al limite, con cassonetti stracolmi (anche perché ovviamente a conferire arrivano dal resto della città, approfittando delle continue ‘rotture’ delle serrature) e strade invase dai sacchetti dell’immondizia. Tutto questo avviene perché manca il controllo costante di eventuali fototrappole e, perché no, anche delle forze dell’ordine.

Ora, con l’estate dietro l’angolo ed il caldo che prima o poi arriverà sicuramente, servono interventi diretti da parte di Amaie Energia, come chiesto più volte dai residenti. Gli stessi infatti, tranne rari casi, cercando di conferire nel migliore dei modi, ma l’arrivo di maleducati dal resto della città (e forse anche da fuori) non aiuta di certo a mantenere il decoro della zona, una delle tante fuori dal centro, prese di mira dai ‘furbetti’.

Il conferimento 24 ore su 24, come spesso sbandierato anche in campagna elettorale non può funzionare, purtroppo, esclusivamente per la maleducazione della gente, visto che basterebbe davvero poco per poter differenziare il rifiuto e fare un servizio alla città ed all’ambiente in generale. Ma questo, probabilmente, non risiede nel Dna della gente, che se ne ‘fotte’ altamente del prossimo, gettando l’immondizia come meglio crede.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium