/ Politica

Politica | 12 giugno 2019, 20:15

Badalucco: primo consiglio comunale in piazza Duomo. Il sindaco Matteo Orengo si insedia e rivolge appello alla collaborazione (Foto e Video)

Una scelta ben precisa quella del luogo per l'assise, perchè come ha spiegato il primo cittadino questo sarà un nuovo corso improntato all'apertura verso gli abitanti del paese.

La nuova amministrazione comunale di Badalucco ha scelto di partire dalla piazza simbolo di questo paese. Stasera piazza Duomo ha ospitato il primo consiglio comunale dopo la vittoria alle elezioni di Matteo Orengo.

Una scelta ben precisa quella del luogo per l'assise, perchè come ha spiegato il primo cittadino questo sarà un nuovo corso improntato all'apertura verso gli abitanti del paese. La cittadinanza ha dimostrato di apprezzare molto questa particolare sede, partecipando numerosa all'appuntamento.

Matteo Orengo ha vinto questa tornata elettorale con 370 voti, staccando il sindaco uscente Walter Bestagno per 23 voti. Quest'ultimo, tuttavia ha scelto di non sedere in consiglio comunale e di lasciare spazio al primo dei non eletti.

L'INTERVISTA AL SINDACO MATTEO ORENGO



Entrano quindi a far parte del consiglio comunale: Per il gruppo “Valorizziamo Badalucco” -  Daniele Prevosto, Elena Bonatto, Marco Bellocco, Donatella Boeri, Giuseppina Laigueglia, Luisa Palumbo, Daniele Secondo. 

Per il gruppo “Sopra Tutto Badalucco” - Nicola Cane (Al posto di Bestagno ndr), Gianni Panizzi e Sabrina Brezzo.

Rimane fuori dal consiglio comunale il terzo gruppo, "Badalucco al Centro" che propose la candidatura a sindaco di Daniele Deplano. 

Il consiglio comunale di stasera è stato caratterizzato dalla convalida degli eletti, seguita dal giuramento del sindaco. Orengo inoltre ha reso noti i membri della giunta e le relative deleghe assegnate. Daniele Prevosto sarà assessore con le deleghe all'ambiente ed al personale, inoltre ricoprirà il ruolo di vicesindaco. L'altro membro della giunta è Elena Bonatto che avrà le deleghe a servizi sociali e cimiteriali. I restanti incarichi saranno affidati prossimamente ai consiglieri comunali.

Il consiglio comunale si è chiuso con la presentazione delle linee di mandato da parte del sindaco Matteo Orengo. Tra gli obiettivi elencati il primo cittadino ha parlato dei lavori pubblici ereditati dalla precedente amministrazione, in particolare il completamento dell'ampliamento del cimitero e del muro di contenimento del parcheggio del Giardino. Per quanto riguarda il turismo e la promozione dell'immagine del paese, il sindaco ha comunicato di voler puntare sull'adesione ai circuiti più noti, come 'I Borghi più belli d'Italia' e le 'Bandiere Arancioni'. Inoltre, come ha sottolineato il sindaco, ci sarà un'attenzione particolare per il centro storico ed il volontariato. In un prossimo futuro l'amministrazione vorrebbe riattivare l'asilo estivo ed avviare un consiglio comunale dei ragazzi.

Infine, Orengo si è rivolto ai cittadini presenti, invitando l'intero paese alla collaborazione ed al volontariato per aiutare il Comune nella manutenzione e nella cura delle vie del centro storico ma non solo. Un aiuto chiesto anche alla ProLoco ed alle associazioni come PuntoDiffusione e l'ASD Badalucco. Il primo cittadino ha elogiato l'attività svolta da queste realtà nel portare il nome del paese anche al di fuori della valle Argentina. "Spero che i prossimi siano 5 anni sereni. Una comunità cresce nel momento in cui c’è la volontà di remare tutti nella stessa direzione. Se il buongiorno si vede dal mattino, con questo consiglio comunale posso dire che questa sarà una bella giornata". 

Il sentimento è stato condiviso anche dai tre esponenti dell'opposizione. La consigliera comunale Sabrina Brezzo ha rivolto i complimenti al primo cittadino e poi a nome del gruppo ha chiesto alla maggioranza di poter collaborare per il bene di Badalucco. 

La priorità nel breve periodo riguarda l'inizio delle pratiche per rientrare all'interno dell'Unione dei Comuni delle Valli Argentina ed Armea. Badalucco partecipò alla fondazione dell'ente e poi se ne andò via nel 2016. Il processo avrà dei tempi tecnici burocratici da rispettare e non dipenderà esclusivamente dalla buona volontà dimostrata dalla neo insediata amministrazione comunale. L'ultima parola spetterà al consiglio dell'Unione dove siedono i rappresentanti di Montalto Carpasio, Molini di Triora, Triora, Bajardo e Ceriana.

Stefano Michero e Silvia Iuliano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium