/ Politica

In Breve

venerdì 23 agosto
giovedì 22 agosto

Politica | 11 giugno 2019, 09:33

Imperia: l'amministrazione mette al bando la plastica, il Sindaco firma l'ordinanza 'plastic free'

L'amministrazione Scajola mette al bando la plastica firmando l’ordinanza cosiddetta ‘plastic free’, che entrerà in vigore dal prossimo 1 dicembre

Imperia: l'amministrazione mette al bando la plastica, il Sindaco firma l'ordinanza 'plastic free'

L'amministrazione Scajola mette al bando la plastica firmando l’ordinanza cosiddetta ‘plastic free’, che entrerà in vigore dal prossimo 1 dicembre. L’ordinanza prevede obblighi per "esercenti, attività commerciali, artigianali e di somministrazioni alimentari e bevande, di distribuire esclusivamente in materiale biodegradabile e compostabile sacchetti monouso (shoppers), cotton fioc, posate, piatti e bicchieri".

In occasione delle sagre, i commercianti, le associazioni e gli enti, come si legge nell’ordinanza “potranno distribuire al pubblico, visitatori e turisti, esclusivamente in materiale biodegradabile e compostabile, posate, piatti, bicchieri e sacchetti monouso”. Inoltre, “I distributori automatici di bevande dovranno utilizzare esclusivamente bicchieri in materiale biodegradabile e compostabile”.

Queste le regole imposte dall’amministrazione comunale per favorire la diminuzione della quantità di rifiuti in plastica in circolo, nell’ottica di "diminuire la percentuale di rifiuti dannosi per l’ambiente, a favore di utensili rinnovabili, il ricorso a materie prime non rinnovabili (petroli) favorendo l’utilizzo di materie prime rinnovabili quali le ‘bioplastiche’, salvaguardare l’ecosistema quale fonte di inestimabile ricchezza, orientare e sensibilizzare la comunità verso scelte e comportamenti consapevoli e virtuosi in campo ambientale".

L’ordinanza segue la direttiva europea sulla riduzione dell’incidenza di determinati prodotti di plastica sull’ambiente a partire dal 2021, e in particolare sul divieto di vendita di articoli di plastica monouso, come posate, cotton fioc, piatti, cannucce e miscelatori per bevande.

Un’altra risoluzione dell’Europa, approvata lo scorso 4 aprile, invita gli stati membri “a compiere maggiori progressi nella definizione di piani e progetti efficaci in materia di prevenzione, riutilizzo, raccolta differenziata e riciclaggio, in quanto essi sono fattori essenziali per ridurre l’impatto ambientale dei rifiuti, traendo benefici economici dall’economia circolare e migliorando l’efficienza delle risorse”.

Anche il governo italiano, su disposizione del Ministero dell’Ambiente, ha avviato un percorso per diventare plastic free, “sollecitando tutte le amministrazioni pubbliche affinché siano da esempio ai cittadini, bandendo la plastica monouso”.

Nel testo dell’ordinanza si ricorda la discussione dello scorso 16 maggio in merito alla proposta del consigliere di Imperia al Centro Edoardo Verda, di fare approvare al Consiglio Comunale la delibera per rendere Imperia ‘plastic free’. L’azione di Verda e dell’opposizione fu però stoppata dalla maggioranza. Il Sindaco Claudio Scajola usò parole dure nei confronti della proposta del giovane consigliere, bollandola come ‘finta lotta da movimento studentesco’.

Lo stesso Sindaco, che già in Provincia, all’insediamento della nuova amministrazione aveva invitato i presenti a essere più sensibili in materia, ora ha deciso di firmare l’ordinanza, giunta dopo la convocazione di commissioni e incontri con le associazioni di categoria, “le quali si sono espresse favorevolmente in merito all’applicazione di misure finalizzate alla riduzione degli sprechi e all’eliminazione dei prodotti in plastica monouso , quali bottiglie, bicchieri e posate, con il coinvolgimento di tutti gli associati”. Una manifestazione a Imperia dichiaratamente plastic free, sarà Ineja, la festa di San Giovanni, presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa.

“In questo primo anno di Amministrazione - ha detto il Sindaco Scajola - abbiamo dedicato un'attenzione particolare ai temi ambientali, facendo la scelta della raccolta porta a porta, che oggi ci permette di differenziare oltre il 76% dei rifiuti prodotti”, commenta il sindaco Claudio Scajola. “La scelta sulla plastica monouso ci permetterà di avere maggiore pulizia, maggiore decoro e maggiore tutela del nostro territorio. Sono lieto che l'iniziativa abbia trovato consenso nelle categorie economiche. È il segno che l'intera Città si sente parte di un importante obiettivo comune”.

Sotto l’ordinanza firmata dal Sindaco. 

Files:
 ordinanza plastic free (137 kB)

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium