/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 11 giugno 2019, 10:40

Ventimiglia: terminate le attività annuali della scuola Primaria di Latte (Istituto Comprensivo 2)

Da qualche anno la scuola si occupa anche di informatica, nel suo aspetto più creativo e divertente: la robotica educativa e la programmazione informatica, con una particolare attenzione per la sicurezza digitale.

Ventimiglia: terminate le attività annuali della scuola Primaria di Latte (Istituto Comprensivo 2)

Si sono concluse le attività annuali della scuola primaria di Latte, dell’Istituto Comprensivo n° 2 'Cavour' di Ventimiglia, diretta dalla Preside, Antonella Costanza. Nella scuola di Latte ogni anno scolastico si svolgono, oltre alle attività curricolari e previste dalle Indicazioni Nazionali, molte attività didattiche e formativo di vario tipo, dallo sport alla musica, dall’educazione all’ambiente e alla legalità.

Da qualche anno la scuola si occupa anche di informatica, nel suo aspetto più creativo e divertente: la robotica educativa e la programmazione informatica, con una particolare attenzione per la sicurezza digitale. Tutte queste attività rientrano a pieno titolo nelle competenze chiave per l'apprendimento permanente che sono una combinazione di conoscenze, abilità e attitudini e sono indicate nelle Raccomandazioni del Parlamento europeo e del Consiglio nel 2006.

Didatticamente parlando sono state messe in atto metodologie di diverso tipo come l’educazione tra pari, dove i grandi fanno da tutor ai piccoli, fare collaborativo per imparare a lavorare insieme, in team, requisito richiesto oramai in ogni ambito lavorativo, la classe rovesciata, la didattica 'Steam', un approccio interdisciplinare alla conoscenza che fa anch’esso parte del progetto.

Gli insegnanti hanno incoraggiato gli alunni ad assumere un atteggiamento sistematico e sperimentale, oltre che a ricorrere all’immaginazione e a fare nuovi collegamenti tra le idee, lavorando in collaborazione e in un modo interattivo. Tra le varie attività i bambini si sono trasformati in “programmatori in erba”; i più piccoli della scuola si sono cimentati con il coding motorio e la pixelart, i più grandi con progettazione di semplici applicativi anche con l’utilizzo di robot, al fine di apprendere concetti matematici e informatici, migliorando il pensiero creativo, il ragionamento logico, la risoluzione dei problemi e le abilità di collaborazione.

Si è cercato di capire come funzionano i dispositivi che ci circondano nella vita di tutti i giorni, i bambini hanno programmato un termometro digitale, un misuratore di luminosità, simulato il sistema di parcheggio delle auto attraverso sensori e, mettendo insieme tutte le conoscenze, creando un programma musicale con il sensore a distanza. Nell’ottica della prevenzione, gli alunni, guidati dai loro insegnanti, si sono impegnati, ognuno con le proprie capacità e con le proprie potenzialità, ad operare in tema di legalità e sicurezza con una serie di incontri anche a classi aperte per discutere di l’identità digitale, di cosa si dice di sé in rete, di quali tracce si lasciano.

L’animatrice digitale Antonella Marchesi, docente del plesso, sostiene: “I  giovani sentono il bisogno di lasciare una traccia ma devono farlo nel modo corretto, perché oggi le nostre tracce non si disegnano sulla sabbia ma in rete ed è facile fare un passo falso. Per questo si è parlato di Netiquette e dei comportamenti da tenere nei walls, sui social, nelle chat, nei blog, nelle email. E’ molto importante che i bambini li conoscano per stabilire rapporti corretti con i loro pari e per gettare le basi di conoscenza nel loro futuro mondo del lavoro. Oltre a regole di buona educazione bisogna fare attenzione ad utilizzare comportamenti che possono sfociare in reati e promuovere comportamenti virtuosi anche con l’obiettivo di contrastare il fenomeno del cyberbullismo in tutte le sue manifestazioni, con azioni a carattere preventivo e formativo".

Tutte le attività sono confluite nella festa di fine dove i bambini hanno gestito dei lavoratori, con lezioni aperte e rivolte ai genitori. La scuola di Latte si configura ancora una volta come una piccola scuola sempre all’avanguardia.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium