/ AL DIRETTORE

Che tempo fa

Cerca nel web

AL DIRETTORE | 05 giugno 2019, 22:49

Calcio: retrocessione del Ventimiglia, il responsabile del settore giovanile risponde alla mail di un nostro lettore

“La nostra società è pronta a ripartire ancora più carica e ancora più vogliosa di costruire un progetto valido per tutti i ragazzi che vogliono giocare a calcio”

Calcio: retrocessione del Ventimiglia, il responsabile del settore giovanile risponde alla mail di un nostro lettore

Rocco Del Monte, responsabile del settore giovanile del Ventimiglia Calcio, ci scrive per rispondere alla mail del nostro lettore Aldo.

Scrive Del Monte: “In risposta all'articolo del 5 maggio, dove il Signor Aldo espone la sua opinione su una società quasi allo sfascio, sia per la purtroppo retrocessione dovuta ad un'annata andata male dopo ben 5 anni consecutivi nel campionato di eccellenza e giudica il nostro settore giovanile abbandonato a se stesso e con alcuni sparuti gruppi di ragazzini volevo precisare alcuni punti. Il nostro settore giovanile conta ben 190 iscritti e tesserati, abbiamo iscritto nei vari campionati 10 squadre, ottenendo ottimi risultati con la juniores sfiorando i play off per un punto, con gli allievi vincendo il campionato provinciale di categoria, la squadra giovanissimi fascia B si è classificata al 6 posto dopo un ottimo campionato e vincendo vari tornei, per non parlare degli esordienti 2007 che hanno disputato anche quest'anno un ottimo campionato, come ottime cose sono state fatte nelle categorie pulcini. Da ricordare che questo settore giovanile ha organizzato ben 10 tornei tra cui due della scuola calcio dove abbiamo ospitato ben 200 bambini a ciascun torneo ottenendo sempre complimenti per l'organizzazione. Da ricordare anche il torneo internazionale memorial "Simone Terrana" che lo scorso anno ha visto la partecipazione di squadre come Entella, Rad Belgrado e Cavigal Nizza ottenendo un ottimo successo di pubblico e favori. Per chiudere con il progetto "110" con le scuole elementari di Ventimiglia, Latte e Roverino messo in atto grazie alla volontà di Mister Massullo e Mister Vitetta, gestito ottimamente dagli allenatori della nostra società e che ha visto partecipare la giornata finale 250 bambini. Questo è tutto quello che una società "non all'altezza" è riuscita a fare, nulla togliendo alla vecchia e storica società guidata dal compianto presidente Coppo, purtroppo si parla solo della retrocessione della prima squadra ma la nostra società è pronta a ripartire ancora più carica e ancora più vogliosa di costruire un progetto valido per tutti i ragazzi che vogliono giocare a calcio”.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium