/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 24 maggio 2019, 18:06

Ventimiglia: prometteva di accompagnare connazionali oltre confine ma li rapinava, fermato tunisino

Sono in corso accertamenti in merito alla responsabilità del fermato per almeno un altro episodio delittuoso commesso ai danni di un migrante tunisino che alcuni giorni prima aveva subito una rapina non ancora denunciata alla Polizia.

Ventimiglia: prometteva di accompagnare connazionali oltre confine ma li rapinava, fermato tunisino

Gli investigatori del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Ventimiglia hanno individuato e sottoposto a fermo di indiziato di delitto uno straniero, tunisino irregolare, ritenuto responsabile di rapina aggravata in concorso. La denuncia dell'accaduto risale a lunedì scorso.

La vittima, un 21enne tunisino aveva denunciato di esser stato aggredito e rapinato da un connazionale armato di coltello. Il rapinatore aveva portato via un telefono cellulare, passaporto nonché di tutto il denaro in possesso. Secondo quanto ricostruito dagli agenti la vittima sarebbe stata ingannata dalla promessa del connazionale di accompagnarlo oltre frontiera in cambio di denaro.

La descrizione fornita dal 21enne rapinato e l'uso del sistema di videosorveglianza cittadino, hanno permesso alla polizia di localizzare rapidamente il criminale. Il rapinatore si trovava nell’abitazione di una ragazza italiana presso cui si era rifugiato. Al momento del fermo era in possesso del telefono cellulare della vittima. Gli agenti hanno sequestrato anche un passaporto intestato ad altro connazionale, il cui possesso ha comportato anche una denuncia per il reato di ricettazione. Dalle indagini emergeva che il rapinatore aveva agito in concorso con un complice, che aveva il ruolo di palo e che è tuttora ricercato.

La Polizia di Stato ha adottato il provvedimento di fermo di indiziato di delitto, motivato dal pericolo di fuga del soggetto clandestino in Italia. Sono in corso accertamenti in merito alla responsabilità del fermato per almeno un altro episodio delittuoso commesso ai danni di un migrante tunisino che alcuni giorni prima aveva subito una rapina non ancora denunciata alla Polizia. Stamane il provvedimento di fermo è stato convalidato dall’Autorità Giudiziaria che ha disposto la custodia cautelare in carcere dello straniero in attesa del processo.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium