/ Attualità

Attualità | 23 maggio 2019, 12:22

Sanremo: l'Inps dal 1° giugno apre gli sportelli ai pensionati solo al giovedì ed esplode la polemica (Foto)

La notizia, come ha fatto rilevare il sindacato UilPa con una lettera alla direzione provinciale dell’Inps, ancora una volta non è stata comunicata alle organizzazioni sindacali e neppure agli organi di informazione, ma contenuta in un cartello affisso sulla porta.

Sanremo: l'Inps dal 1° giugno apre gli sportelli ai pensionati solo al giovedì ed esplode la polemica (Foto)

Brutte notizie per i pensionati di Sanremo e di tutta la zona servita dall’agenzia di piazza Eroi nella città dei fiori, che comprende anche Taggia, la Valle Argentina, Ceriana e la costa da Ospedaletti a Riva Ligure. Dal primo giugno prossimo, infatti, lo sportello sarà aperto un solo giorno, il giovedì dalle 8.30 alle 12.

La notizia, come ha fatto rilevare il sindacato UilPa con una lettera alla direzione provinciale dell’Inps, ancora una volta non è stata comunicata alle organizzazioni sindacali e neppure agli organi di informazione, ma contenuta in un cartello affisso sulla porta.

La decisione ha scatenato immediate proteste tra i lavoratori dell’agenzia e tra i pensionati e la UilPa ha chiesto l’immediata sospensione del provvedimento di cambiamento degli orari dello sportello e la convocazione di una riunione per discuterne i problemi. Nella lettera della Segreteria provinciale della UilPa si legge: “Chiediamo la sospensione del provvedimento, per evitare l'insorgere di ulteriori disagi e proteste in un momento in cui il rapporto fra il pubblico e il personale addetto all'attività di sportello è già al limite di sicurezza. Chiediamo inoltre che all'ordine del  giorno della riunione siano messi anche i punti relativi allo sportello di cui si è già parlato nell'assemblea del 24 gennaio scorso e che purtroppo, la direzione non ha mai voluto affrontare ed in particolare:
- sala d'attesa  dotata di un numero esiguo di posti a sedere (16 a fronte di una coda in attesa di norma di oltre 30 persone) e la sala non tutela il diritto alla privacy;
- mancata predisposizione di servizi igienici per l'utenza all'interno dei locali Inps;
- la programmazione  dei turni del servizio di sportello non è equamente divisa tra tutti i colleghi dell'Agenzia;
- gestione inefficiente del cosiddetto ‘raddoppio  sportello’: spesso organizzato in ritardo, non consente il termine dell'attività nemmeno entro l'orario del servizio di vigilanza, esponendo così i colleghi a rischi e pericoli e creando difficoltà ai dipendenti in part-time di effettuare la pausa mensa entro l'orario di lavoro al fine di usufruire del buono pasto”.

Già ieri si sono verificati problemi e gli utenti hanno fatto le loro rimostranze, con oltre 100 persone in attesa.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium