/ Speciale elezioni Sanremo

Speciale elezioni Sanremo | 22 maggio 2019, 12:23

Elezioni a Sanremo: gli incontri della Confartigianato con i candidati sindaco che hanno sottoscritto il documento (Foto)

Si sono svolti alcuni incontri durante i quali i dirigenti della Confartigianato ed i candidati hanno analizzato le varie strategie individuate come prioritarie per lo sviluppo del territorio

Elezioni a Sanremo: gli incontri della Confartigianato con i candidati sindaco che hanno sottoscritto il documento (Foto)

Nei giorni scorsi la Confartigianato, dopo la pubblicazione di un documento contenente le proposte da sottoporre in occasione delle elezioni amministrative di Sanremo, è stata contattata da cinque candidati a sindaco della città dei fiori che hanno chiesto un confronto sulle tematiche esposte. Si sono così svolti alcuni incontri durante i quali i dirigenti della Confartigianato ed i candidati hanno analizzato le varie strategie individuate come prioritarie per lo sviluppo del territorio. Tutti i candidati intervenuti hanno condiviso la linea della Confartigianato, sottoscrivendo  il documento nella sua globalità. Gli incontri (vedi foto) si sono svolti con: Paola Arrigoni, Alberto Biancheri, Sergio Tommasini, Alberto Pezzini e Alessandro Condò. Il candidato Giorgio Tubere ha già annunciato di incontrare i dirigenti della Confartigianato entro i prossimi due giorni.

Di seguito i temi contenuti nel documento della Confartigianato firmato dai candidati alla carica di sindaco di Sanremo.

SEMPLIFICAZIONE: I procedimenti burocratici risultano ancora troppo complessi e da decenni si è contrabbandata l’informatizzazione con la semplificazione. Questo ha comportato un appesantimento per le imprese nel rapporto con la Pubblica Amministrazione. E’ quindi necessario uno snellimento degli iter autorizzativi, che potrebbe avvenire attraverso la pubblicazione sul sito del Comune di schemi procedurali da seguire come già avviene nei portali delle Camere di Commercio.

RUOLO ASSOCIAZIONI: Le associazioni di categoria, in ossequio al principio della sussidiarietà, potrebbero svolgere funzioni di natura istruttoria in affiancamento al Comune, a titolo gratuito e con apposita convenzione,  nell’assistere le imprese nei procedimenti amministrativi concernenti l'accertamento dei requisiti e dei presupposti di Legge per creazione, trasformazione, trasferimento e cessazione delle attività.

REGOLAMENTI: Procedere con un aggiornamento ed un adeguamento dei regolamenti comunali (es: estetisti, acconciatori, servizio taxi, mercato). In particolare per i Taxi verificare la possibilità di sciogliere il comprensorio.

GRANDI OPERE: Proseguire il lavoro del tavolo delle attività produttive per creare sinergie e azioni di proposta nei confronti degli organi competenti, in modo da far ripartire le grandi opere in tema di collegamenti con l’ultimazione del raddoppio ferroviario e dell’Aurelia Bis. Tutto questo agevolando una mobilità sostenibile, con benefici sia ambientali (in linea con il Protocollo di Kyoto) sia turistici per l’accessibilità del territorio. Uguale misura sarà necessaria per la progettazione ed esecuzione di interventi a salvaguardia della costa.

SERVIZI: Dotare le aree dove insistono insediamenti produttivi, dove ancora carenti per esempio in valle Armea, di infrastrutture viarie e digitali per andare incontro alle esigenze del lavoro quotidiano delle attività presenti.

RISPETTO DELLE REGOLE E LOTTA ALL’ABUSIVISMO: Proseguire, attraverso la Polizia Municipale, nella lotta all’abusivismo commerciale e all’usurpazione di professioni svolte senza averne titolo. Mantenere alta l’attenzione verso chi intralcia la normale attività di imprese produttive non rispettando regole come l’occupazione di aree adibite a carico/scarico e l’utilizzo di corsie preferenziali riservate al trasporto pubblico.

AMBIENTE: Per tendere sempre di più verso un’economia circolare, implementare le isole ecologiche per le attività produttive per facilitare ulteriormente il conferimento dei rifiuti differenziati e le aree adibite a stoccaggio di materiali di risulta. Contemporaneamente intervenire in maniera sanzionatoria verso coloro che infrangono le normative sull’igiene ambientale.

APPALTI: Per favorire il lavoro delle microimprese, che costituiscono il 99% del tessuto economico, modificare il regolamento di semplificazione adottato dal Comune di concerto con le associazioni datoriali e i sindacati in base alle novità approvate dal Consiglio dei Ministri, n.50 del 20 marzo 2019 , e le procedure di negoziato previste dal codice degli appalti.

GIOVANI E IMPRESA: Favorire la creazione di un ambiente che possa essere di supporto a giovani che vogliano avviare imprese con elevato valore aggiunto ad alto contenuto di innovazione e ricerca. Questo potrà avvenire attraverso la creazione di centri di eccellenza nazionale legati a settori tradizionali del territorio: florivivaismo (ad esempio nel campo dell’ibridazione data la presenza istituti di ricerca) e artistico (nel ramo musicale e multimediale).

INFRASTRUTTURE DIGITALI: Completare, dove ancora carenti, le infrastrutture digitali, affinché possa esserci un vero sviluppo dei servizi smart, utili a migliorare la qualità della vita dei cittadini (es: semafori sincronizzati, lampioni intelligenti, mobilità sostenibile con un potenziamento delle corsie riservate al trasporto pubblico, ecc).   

PATRIMONIO PUBBLICO: Laddove vi fosse patrimonio immobiliare pubblico disponibile, coinvolgere anche le piccole imprese per favorire l’insediamento di attività di artigianato artistico e di qualità, che possano contribuire ad una valorizzazione dell’offerta turistica (anche con percorsi all’interno del centro storico).

TURISMO ESPERIENZIALE: Sostenere progetti di valorizzazione dell’artigianato agroalimentare e artistico tipico del territorio come proposta di turismo esperienziale.

Durante gli incontri con i candidati a sindaco di Sanremo si sono alternati i dirigenti della Confartigianato: Donatella Vivaldi (metalmeccanica), Carlo Rovere (panificatori), Michel Khelif (impiantisti elettrici), Fabrizio Francone (fabbri) e Davide Lanteri (impiantisti termoidraulici).

 

CPE

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium