/ Politica

Politica | 22 maggio 2019, 11:15

Regione: Tosi (M5S) "Toti e Berrino la smettano di fare campagna elettorale con cifre aggiustate ad hoc, turismo a -2,78% nel mese di marzo"

La posizione grillina

Regione: Tosi (M5S) "Toti e Berrino la smettano di fare campagna elettorale con cifre aggiustate ad hoc, turismo a -2,78% nel mese di marzo"

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato del M5S in merito alle presenze turistiche in Liguria. 

"Leggo con estremo piacere (e ci mancherebbe fosse diversamente!) che Toti ha cuore il turismo della nostra Regione. Leggo anche che il presidente critica chi 'rema contro e polemizza sul nulla' (e chi sarebbe il colpevole?). Toti e Berrino stiano sereni: se è a me che si riferivano nelle loro note, posso assicurarli che io non fornisco informazioni sbagliate o ritoccate per interesse politico. Mi limito semplicemente a diffondere quanto loro stessi hanno pubblicato sull'Osservatorio turistico regionale. Dati peraltro che ci erano già stati ventilati dagli operatori turistici (che hanno il vero polso della situazione) e non erano stati (opportunamente?) pubblicati entro i primi 15 giorni del mese successivo. A nulla valgono le acrobazie compiute ora, a pochi giorni dalle urne, giocando sui weekend utili o meno al calcolo delle presenze in Liguria. Per il mese di marzo, la tabella pubblicata dall'Osservatorio riporta un secco -2,78%. Punto". Così il consigliere regionale Fabio Tosi rispondendo alle ultime uscite della Giunta sulle affluenze turistiche in Liguria nel mese di marzo.

"Il mese di aprile è altra cosa, invece: mi conforta che la nostra regione abbia potuto godere di una favorevole finestra meteo. Sono orgogliosamente ligure e sapere che i turisti scelgono la mia, la nostra terra mi riempie d'orgoglio (a proposito: siamo al 22 maggio e ancora non leggo, sull'Osservatorio, i dati di aprile). Quello che invece temo è che, dopo le Europee, un importante assessorato come quello del turismo possa rimanere vacante nei mesi clou della stagione o finisca nella girandola (!) delle logiche di partito anziché nelle mani di figure competenti. Toti ha già pensato all'eventuale successore qualora Berrino conquisti il seggio europeo?".

"Il turismo in Liguria non brilla ed è inutile girarci intorno: se analizziamo i dati dell'ultimo triennio, siamo a un misero +2,03%, sulle presenze (pernottamenti), che sono quelle che generano ricchezza alle attività ricettive. Certo, il 2018 è stato un anno nefasto per la nostra Regione, ma il 2016 e il 2017 non vantavano certo dati a doppia cifra. Analizzando quanto avviene nel resto d'Italia, come esponente politico consiglierei a Toti & C. di andarci piano con i toni trionfalistici: chi si occupa di turismo o fa impresa turistica denuncia una sofferenza crescente. Non a caso, con i colleghi della III Commissione abbiamo chiesto che sia data la parola agli operatori turistici liguri, intanto per sentire dalla loro voce quale sia realmente la situazione, e poi perché tutti i consiglieri regionali siano stimolati a parlare di turismo 365 giorni l'anno e non solo quando fa loro comodo".

"Poiché non sono a digiuno di problematiche turistiche, mi permetto di segnalare che forse il nocciolo del problema andrebbe cercato nelle politiche attuate in questi anni dalla Giunta Toti: ritengo che la Liguria sia stata posizionata sui mercati sbagliati. Le Regioni sulle quali stiamo puntando per attirare turisti, non avendo più la disponibilità di spesa pro capite del passato, scelgono altre mete, magari meno affascinanti della Liguria ma sicuramente più convenienti".

 MoVimento 5 Stelle Liguria

c.s.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium