/ POLITICA

Che tempo fa

Cerca nel web

POLITICA | 18 maggio 2019, 17:41

Bordighera: critiche di Pallanca alle manifestazioni, il duro rimbrotto del Sindaco Vittorio Ingenito

"Non posso accettare è che vengano usati dati falsi solamente per attaccarci. Siamo pronti a confrontarci con chiunque desideri il bene di Bordighera possiamo commettere degli errori, è vero, ma non accettiamo lezioni da chi fornisce notizie false e foto farlocche".

Bordighera: critiche di Pallanca alle manifestazioni, il duro rimbrotto del Sindaco Vittorio Ingenito

“Leggo sempre con grandissimo interesse i cospicui e quotidiani interventi dei Consiglieri di minoranza. Quello che però non posso accettare è che vengano usati dati falsi solamente per attaccarci. Siccome mi sono stufato di tutto ciò, e sono interventi sicuramente non degni di chi siede in Consiglio Comunale, fatemi quindi fare chiarezza e dire due parole. Perdonate lo sfogo”.

Interviene duramente il Sindaco di Bordighera, Vittorio Ingenito, nei confronti di Giacomo Pallanca che, nelle ultime ore aveva criticato le spese per le manifestazioni dove, a suo modo di vedere, vengono spesi molti soldi con scarsi ritorni di pubblico. “Anzitutto – prosegue - trovo meschina la scelta del Consigliere di postare foto in cui sembrano essere state fallimentari e deserte manifestazioni che hanno invece ricevuto successo. Vi allego delle altre foto, in cui si può chiaramente vedere come sono andate veramente le cose. La gente era presente infatti numerosa, e soddisfatta per l’organizzazione. Ma ancora più meschino è stato il fatto di aver fornito importi falsi per manipolare l’opinione dei cittadini. L’evento della Festa della Mamma non è costato 15mila euro come dice il Consigliere, ma fa bensì parte di un programma di tre eventi dedicati ai nostri bambini (Geronimo Stilton a Giugno e i Power Rangers ad Agosto) dal costo totale di 12mila euro+IVA per tutti e tre. Così per tutto il resto, potrei andare avanti, ma mi fermo”.

“Fatemi solo terminare dicendo che quando magari un concerto di valore non riesce, avremo sicuramente fatto degli errori noi amministratori – prosegue Ingenito - ma se li abbiamo fatti è semplicemente per il fatto che anche noi siamo umani. Non vi abbiamo mai promesso di essere perfetti, mai di non sbagliare, ma di dare sempre il massimo per la nostra città. Ed è quello che stiamo cercando di fare. Vi chiedo quindi scusa se ogni tanto sbagliamo qualcosa: sbagliando si impara, e impariamo per non sbagliare più”.

“Concludo con due parole per il Consigliere: vede, chiunque sieda in Consiglio può scegliere fra due strade: lavorare per la città (e mi piacerebbe fosse così per tutti), o controllare che chi lavora faccia bene. Ho massimo rispetto per tutte e due le vie, ma quello che non posso tollerare è che qualcuno, pur di ottenere un mero vantaggio elettorale personale (a un anno dalle elezioni) finisca per danneggiare la sua stessa Città, dipingendola (falsamente) in un modo orribile. Quindi, Consigliere, non le voglio qui elencare i successi finora ottenuti proprio sulla Cultura dalla nostra Amministrazione, vorrei piuttosto rammentarLe quelle Sue scelte, allora sì fallimentari, che hanno danneggiato i risparmi dei bordigotti con cinque anni di immobilismo della Sua Amministrazione: dalla chiusura di Corso Italia, che ha portato ad abbassare decine di serrande, alla riduzione degli indici delle case agricole, che ha cancellato con un tratto di penna milioni di euro di valori immobiliari. Per non dimenticare le stagioni teatrali deserte e gli impianti sportivi abbandonati”.

“Siamo pronti a confrontarci con chiunque desideri il bene di Bordighera - termina Ingenito – possiamo commettere degli errori, è vero, ma non accettiamo lezioni da chi fornisce notizie false e foto farlocche, agendo contro la propria città solo per riversare sugli altri il gusto amaro della propria sconfitta”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium