/ Speciale elezioni Sanremo

Speciale elezioni Sanremo | 14 maggio 2019, 12:29

Sanremo: futuro del Forte di Santa Tecla, la proposta del candidato sindaco Sergio Tommasini

"Avanzerei la proposta di costituire una Fondazione per la gestione del Forte" sottolinea il candidato sindaco del centro destra unito.

Sergio Tommasini

Sergio Tommasini

Ogni martedì, su Sanremo News, Sergio Tommasini, candidato sindaco di Sanremo per il centro destra unito (100percentoSanremo, Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia) affronta un tema legato al mondo della cultura: dal cinema, alla musica, passando per il teatro e tanto altro ancora. 

La pillola di oggi è dedicata al Forte di Santa Tecla e ad un progetto per il suo sviluppo. “Il Forte di Santa Tecla - scrive il candidato sindaco del centro destra unito Sergio Tommasini - è certamente il paradigma della storia e della forza della Città di Sanremo è infatti forse l’unico forte che è stato costruito per funzioni offensive nei confronti della città di Sanremo, piuttosto che difensive. La storia del forte settecentesco è ben nota, costruito per volere della Repubblica di Genova dopo l’insurrezione popolare del 1753, scoppiata dopo la decisione di separare Sanremo dalla Colla, per difendere la Repubblica stessa, inglobando la preesistente Torre della Marina. Quell’insurrezione diede alla Città di Sanremo consapevolezza della sua storia e del ruolo che poteva esercitare in una prospettiva futura e confermava i cattivi rapporti con la Repubblica di Genova, acerrima nemica".

"Esempio di architettura militare del Settecento, - prosegue Tommasini - uno dei pochi rimasti in Liguria, dopo aver svolto la sua funzione di fortezza, con l’unità d’Italia fu trasformata in carcere. Nel tempo il forte, per la sua centralissima posizione, si è trasformato in un nuovo spazio culturale polivalente, con l’obiettivo di diventare un centro di attività culturali, di aggregazione della cittadinanza e attrattiva turistica di livello internazionale".

"E’ mia intenzione - sottolinea il candidato sindaco del centro destra unito - proseguire nel progetto di restauro e di recupero, ma avanzerei la proposta di costituire una Fondazione per la gestione del Forte, con personalità giuridica e operante senza finalità di lucro, allo scopo di promuovere le peculiarità storiche, culturali e monumentali del Forte stesso. Alla Fondazione potrebbero partecipare, oltre che il Comune, anche la Regione Liguria, il MIBAC, la Camera di Commercio, Fondazioni bancarie o Società a partecipazione pubblica. Tale proposta potrebbe certamente favorire l’avvio al suo interno di un polo commerciale, in accordo con importanti operatori del settore, e offrire servizi di accoglienza, di svago, di promozione artigianale e di ristorazione”.

 

Comunicato Politico Elettorale

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium