/ Attualità

Attualità | 06 maggio 2019, 16:40

Sanremo: il Comune trova una sede gratuita per il medico della mutua a Coldirodi che però chiede anche le utenze

Palazzo Bellevue non può fornire anche il pagamento di acqua, corrente e telefono, altrimenti andrebbe contro i dettami della Corte dei Conti.

Sanremo: il Comune trova una sede gratuita per il medico della mutua a Coldirodi che però chiede anche le utenze

Dal 18 aprile scorso la popolosa frazione di Coldirodi ha un solo medico della Mutua. Si tratta del Dottor Roberto Fenotti, che ha chiuso lo studio ‘secondario’ che ha a Coldirodi, per ricevere i pazienti solo in quello di zona San Martino. Si tratta di circa 500/600 pazienti che rimarranno senza medico, anche perché l’altro dottore della frazione, Leandro Faraldi, non potrà prendersi in capo nessuno di loro, visto che è arrivato al massimo consentito.

Avevamo evidenziato la decisione del Dottor Fenotti già alcune settimane fa e, dopo le sollecitazioni di alcuni residenti di Coldirodi, si sta occupando anche l’Amministrazione comunale matuziana. Contattato il medico, il Comune si è reso disponibile, proprio per andare incontro alle giuste esigenze dei residenti, di trovare uno spazio gratuito dove poter ricevere i pazienti. Ma il Dottore, secondo quanto evidenziato da palazzo Bellevue, avrebbe anche chiesto le utenze (acqua, corrente elettrica e telefono) gratuite.

L’Amministrazione ha chiesto indicazioni agli uffici competenti, che hanno negato questa possibilità. Il diniego è arrivato anche dal Segretario Comunale, che ha confermato come la Corte dei Conti vieterebbe questo tipo di intervento economico. In relazione al no ottenuto, il Dottor Fenotti ha detto di prendersi qualche giorno di tempo per decidere.

Nel caso in cui decidesse per il no c’è ovviamente da capire se arriverà o meno un altro dottore, ma sembra difficile (secondo fonti ben informate) che qualche medico della mutua possa decidere di aprire un secondo studio o aprirne uno principale, proprio nella frazione di Coldirodi.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium