/ Politica

Politica | 01 maggio 2019, 11:59

Imperia: alla festa provinciale dei lavoratori lanciati i temi più scottanti per tutta la provincia (Foto e Video)

Erano presenti i segretari locali delle tre sigle: Fulvio Fellegara, Antonietta Pistocco e Milena Speranza, oltre al segretario confederale nazionale della Uil, Domenico Proietti ed anche il Sindaco del capoluogo, Claudio Scajola.

Imperia: alla festa provinciale dei lavoratori lanciati i temi più scottanti per tutta la provincia (Foto e Video)

Nella giornata della festa dei lavoratori emerge il calo della disoccupazione in provincia di Imperia, che dal 14,4% del 2017 scende al 13,5% del 2018, per un totale di 79.330 occupati, circa duemila in più rispetto all’anno precedente. A salire il numero dei lavoratori autonomi, mentre sono stabili quelli dipendenti.

Si tratta di uno dei dati evidenziati questa mattina alla manifestazione provinciale dei sindacati Cgil, Cisl e Uil, sul tema dell’Europa, del lavoro, dei diritti e dello stato sociale, alla Rabina di Imperia. Erano presenti i segretari locali delle tre sigle: Fulvio Fellegara, Antonietta Pistocco e Milena Speranza, oltre al segretario confederale nazionale della Uil, Domenico Proietti ed anche il Sindaco del capoluogo, Claudio Scajola.

Il 1° maggio è la festa dei lavoratori, e proprio sul tema del lavoro e le nuove opportunità da cogliere si sono concentrati gli interventi dei sindacalisti sul palco. In provincia, nonostante il dato di decrescita della disoccupazione, resta ancora lungo il percorso per colmare il gap che dall’inizio della crisi, nel 2011, ha visto perdere 8.500 posti di lavoro.

“E’ un momento importante per festeggiare – ha detto Fulvio Fellegara (Cgil) - ma anche per riflettere. Oggi possiamo lanciare diversi messaggi ed è obbligatorio ricordare i problemi di questa provincia, tra cui alcune vertenze come Rivieracqua, senza dimenticare i problemi per gli utenti. Ci sono anche le questioni legate al servizio di spazzamento e raccolta dei rifiuti ad Imperia. Bisogna ascoltare le problematiche dei lavoratori, in particolare sulla sicurezza e le tematiche organizzative e dei carichi di lavoro”.

“La festa non deve essere una ricorrenza vuota – ha ribadito Antonietta Pistocco della Cisl - ma un momento importante per riconfermare il valore del lavoro, che deve essere dignitoso, sicuro e promotore della crescita sociale dell’individuo, con pari retribuzione tra uomo e donna. Sembra scontato ma non è sempre così, sia in Italia che nella nostra provincia. Il lavoro deve essere sicuro perché le morti ‘bianche’ sono troppe e dobbiamo fare il possibile per fare in modo che tutto questo finisca”.

“Imperia è una provincia particolare – ha detto Milena Speranza della Uil - dove si sono persi molti persi di lavoro, in edilizia ed alla Agnesi. Da tempo abbiamo presentato un protocollo di Cgil, Cisl e Uil e ci auguriamo che i Comuni siano sensibili per poter sviluppare il territorio, sia per il turismo che l’industria oltre ai sistemi di comunicazione. Siamo qui per provare a lanciare ancora il nostro grido di speranza e fare in modo che la provincia abbia una giusta collocazione sul territorio nazionale”.

Il Sindaco di Imperia, Claudio Scajola, è intervenuto alla festa del 1° maggio, dal palco dei sindacati ed ha detto la sua anche ai nostri microfoni: “Questa è una ricorrenza per ricordare che la Repubblica è fondata sul lavoro e che la Costituzione lo prevede al primo articolo. E’ anche un’occasione per affrontare i problemi del momento. Anche ad Imperia c’è bisogno di rilancio e di dare lavoro. Qualche volta alcuni sindacalisti si preoccupano delle mie parole ma, oltre ai problemi di chi lavora in modo sottopagato, c’è quello del dare lavoro. Ed i giovani sono i più penalizzati e tutte le Amministrazioni devono passare ai fatti, con azioni che possano creare lavoro. Abbiamo un lavoro che è abituato a dire no a tutto ciò che viene presentato. Per dare lavoro bisogna dire si anche se è più facile dire no”.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium