/ Politica

In Breve

venerdì 23 agosto
giovedì 22 agosto

Politica | 26 aprile 2019, 09:43

Il dirigente comunale imperiese Ilvo Calzia si candida a Sindaco di Pontedassio, ecco lista, candidati e slogan scelto

Calzia, che resterà dirigente comunale a Imperia, sfida l’altra candidata, Elena Fontana

Il dirigente comunale imperiese Ilvo Calzia si candida a Sindaco di Pontedassio, ecco lista, candidati e slogan scelto

Ilvo Calzia, dirigente comunale a Imperia, si candida a Sindaco di Pontedassio, il paesino della valle Impero dove lo stesso Calzia aveva già ricoperto la carica di primo cittadino.

Calzia, che resterà dirigente comunale a Imperia, sfida l’altra candidata, Elena Fontana.

"Pronti a correre per voi", è lo slogan scelto dall’architetto.  “Ci siamo ispirati al film ‘Momenti di gloria’ – spiega - che racconta la vita dell'atleta Eric Liddel e per la dinamicità dei tanti giovani che compongono la lista, capitanati da un ex sindaco d'esperienza. In particolare lo spezzone del film in cui Eric viene spintonato fuori dalla gara, ma si rialza e riparte”.

Dopo 30 anni – si legge in una nota - l'architetto Ilvo Calzia si ripresenta per candidarsi alla carica di Sindaco di Pontedassio con la lista ‘Tradizione e Territorio’.

La Tradizione, rappresentata dall'esperienza dell'ex sindaco, è affiancata da una squadra civica formata da molti giovani, pronti a correre con entusiasmo per il loro Territorio, come indica il simbolo che hanno scelto; dieci candidati a sostegno di Calzia con tre donne e sette uomini che rappresenteranno Pontedassio e tutte le frazioni.

Arianna Anassarette, Luca Ardissone, Cristina Eligia Manera, Alberto Palumbo, Benedetta Papone, Piana Marco, Samuele Simondo per Pontedassio. Gabriele Agnese per Villa Guardia. Luca Fraate per Bestagno. Thomas Verda per Villa Viani.

Tutti attivamente impegnati sul territorio, hanno condiviso con il candidato sindaco il  programma  per i prossimi cinque anni.

L'obiettivo primario è quello di ridare nuovo impulso a tutti i settori della vita economica e sociale di Pontedassio.

Tra i punti più urgenti che dovremo affrontare, - dice Calzia - ci saranno sicuramente il monitoraggio del nuovo sistema di raccolta porta a porta e il completamento dell'istituto scolastico comprensivo. E' nostra intenzione, poi, impegnarci per garantire maggiore sicurezza e controllo sul territorio con un presidio fisso dei Carabinieri, che troverà posto nell' edificio scolastico  dismesso. E' nostro intendimento spostare gli ambulatori Asl, sempre più frequentati da utenti esterni, in locali più ampi al centro del paese, vicino alle attività commerciali essenziali. Di conseguenza ci sarà l'impegno a prolungare il servizio del trasporto pubblico urbano in funzione  delle persone più anziane che hanno maggiore necessità di tali servizi. Nel programma di mandato daremo priorità e particolare attenzione alle opere di manutenzione viaria, alla messa in sicurezza  dei corsi d'acqua, compreso il rimodernamento del centro sportivo e della bocciofila’.

Ilvo Calzia aveva già ricoperto la carica di primo cittadino negli anni Novanta (1990-1995). La sua amministrazione si era distinta per le significative opere di sviluppo messe in atto, ancora oggi apprezzate  dagli abitanti di Pontedassio e delle frazioni.

Tra le più importanti il progetto con il finanziamento e l'appalto della variante alla S.S. 28, che ha risolto il problema del transito dei mezzi pesanti nel centro del paese. La realizzazione della rete di distribuzione del gas metano nel capoluogo e nelle frazioni.

Il potenziamento dell'acquedotto con vasche di carico ed un  sistema di collegamento ad  anello che ha messo fine alle interruzioni dell'erogazione dell'acqua potabile. La messa in opera della struttura  della bocciofila e la riattivazione del campo di calcio e della società sportiva.

L'esecuzione di tre nuovi parcheggi a Pontedassio compreso la  Progettazione ed il  finanziamento del parcheggio sottostante la piazza principale.

L'allargamento e la sistemazione della piazza di Bestagno, la  pavimentazione della piazza di Villa Guardia e la strada per il cimitero di Villa Viani.

Coinvolto nelle vicende giudiziarie del porto turistico in qualità di dirigente dell'urbanistica del comune di Imperia, subisce per diversi anni un' 'odissea giudiziaria', come rimarcato dal giornalista Piero Sansonetti; sette procedimenti penali conclusi con altrettanti proscioglimenti e assoluzioni con formula piena; si ripresenta oggi per dare la sua disponibilità e chiedere nuovamente la fiducia dei suoi concittadini”.

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium