/ CRONACA

CRONACA | 24 aprile 2019, 11:09

Maltempo sul ponente: forti acquazzoni sparsi ma la situazione rimane sotto controllo. Piogge fino a stasera

Ci sarà ancora forte vento e le precipitazioni rimarranno con qualche sporadico rovescio temporalesco fino al tardo pomeriggio. Poi una tregua ed un miglioramento domani. Sembra esclusa una nuova 'allerta'.

Maltempo sul ponente: forti acquazzoni sparsi ma la situazione rimane sotto controllo. Piogge fino a stasera

Sta transitando proprio in questo momento il fronte più importante della perturbazione che, da questa notte sta colpendo la provincia di Imperia, dopo quella che ha portato piogge tra Pasquetta e ieri. Il fronte, che ha visto registrare anche alcuni temporali sulla Costa Azzurra, proseguirà a colpire la nostra provincia almeno fino al tardo pomeriggio.

Ovviamente sono aumentati millimetri caduti, con il picco massimo che rimane a Carpasio dove si sono superati i 100 millimetri di pioggia in poco meno di 48 ore. Forti acquazzoni si sono registrati ad Apricale, Bajardo e Triora, dove la quantità d’acqua caduta è sensibilmente salita. La località dove ha piovuto di meno, un po’ come su tutto il litorale, rimane Sanremo con 36 millimetri da lunedì. Questo è il dettaglio delle precipitazioni tra lunedì e questa mattina alle 11: Colle d’Oggia e Carpasio 106 millimetri, Bajardo 94 (26 tra le 8 e le 11), Apricale 90, Colle di Nava 79, Borgomaro 76, Triora 74, Poggio Fearza 71, Pigna 68, Castelvittorio 65, Montalto 64, Pieve di Teco 60, Ceriana 58 ed Airole 58, Dolcedo 51 e Rocchetta Nervina 51, Seborga e Dolceacqua 45, Pontedassio 44, Imperia 39, Diano Marina 38 e Ventimiglia 38, Sanremo 36.

I corsi d’acqua, costantemente monitorati dall’Arpal, sono leggermente risaliti rispetto a ieri, ma sono a livello che non destano assolutamente preoccupazioni. Il torrente Impero, nella zona di Pontedassio, è rimasto a quota 0,02, ovviamente molto al di sotto dei livelli di guardia (il ‘giallo’ posizionato a 1,6 ed il ‘rosso’ a 2,7). Il torrente Argentina è sceso dopo il lieve innalzamento di stanotte ed è sempre al di sotto dei livelli di guardia: a Montalto a 2,24 (5 per il ‘giallo’ e 7 per il ‘rosso’). In località Merelli a 1,38 (livelli di guardia in questo caso a 3 per il ‘giallo’ ed a 4,5 per il ‘rosso’).

Stazionario anche il torrente Armea, arrivato a 0,29 (‘giallo’ a 1,3 e ‘rosso’ a 2). Sceso il Nervia che, ad Isolabona è a quota 1,32 (livelli di guardia: ‘giallo’ a 3,3 e ‘rosso’ a 4,3). Il fiume Roya è salito in altura e sceso verso il mare: ad Airole a quota 2,01 (guardia a 3,6 per il ‘giallo’ e 5 per il ‘rosso’); a Torri a 0,30 (guardia a 2,5 per il ‘giallo’ e 3,5 per il ‘rosso’). Per tutti i corsi d’acqua livelli in aumento, quindi, a conferma dell’importanza di queste precipitazioni, dopo mesi di siccità.

Da ieri sono risalite le temperature con la minima di questa mattina ai 1.800 metri di Poggio Fearza, con 3,2 gradi. Le altre: Pigna 6,5, Colle di Nava 6,7, Apricale 7,2, Carpasio 7,8, Ceriana 9, Triora 9,5, Pieve di Teco, Seborga, Airole, Castelvittorio e Borgomaro 11, Pontedassio, Dolceacqua e Rocchetta Nervina 12, Ventimiglia 12,7, Dolcedo 13,7, Imperia 14,1, Sanremo, 14,5, Diano Marina 14,8.

In rinforzo il vento: a Ventimiglia le raffiche hanno raggiunto i 59 km/h, a Sanremo 49, ad Imperia 40, a Diano Marina i 24. Più forte sulle alture e precisamente ai 1.800 metri di Poggio Fearza, dove il picco massimo è stato registrato a 67 km/h mentre a Pornassio la raffica più forte ha toccato i 33. Alla boa di Capo Mele, il picco di questa mattina è stato di 34 km/h.

Per quanto riguarda le previsioni il fronte della perturbazione sarà associato a precipitazioni diffuse anche a carattere di rovescio o isolato temporale in rapido spostamento da Ponente verso Levante, con cumulate significative. Bassa però la probabilità di temporali forti.

Permarrà il vento forte, tra 50 e 60 km/h, dai quadranti meridionali con possibili raffiche anche oltre i 90-100 km/h sui crinali più esposti. Ovviamente il mare sarà molto mosso ma con moto ondoso in calo.

Da stanotte il tempo migliorerà con una tregua e, domani, è prevista una giornata inizialmente nuvolosa, ma in miglioramento. In questo momento i previsori del tempo di Arpal stanno verificando i diversi modelli per capire come si evolverà con precisione il tempo e, successivamente, dare indicazioni alla Protezione Civile. Non sembra, però, ci siano i presupposti per diramare uno stato di allerta, anche se bisognerà attendere per questo la tarda mattinata.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium