/ CRONACA

CRONACA | 24 aprile 2019, 17:05

Maltempo in attenuazione sulla nostra provincia: dopo gli acquazzoni tregua fino a domani (tutti i dati)

Nel corso della giornata ben 65 mm di pioggia a Bajardo dove è stato raggiunto il picco massimo con oltre 130 mm da ieri.

Maltempo in attenuazione sulla nostra provincia: dopo gli acquazzoni tregua fino a domani (tutti i dati)

Dopo una serie di acquazzoni nel corso delle ultime ore, sta terminando l'influsso della perturbazione che da questa notte sta colpendo la provincia di Imperia, dopo quella che ha portato piogge tra Pasquetta e ieri. Le piogge, intensificatesi nel corso del pomeriggio, sembrano esaurirsi come dalle previsioni e, per la notte e la giornata di domani sembra che il tempo possa decisamente migliorare.

In molte località dell'entroterra la pioggia caduta ha superato i 100 millimetri dall'inizio della perturbazione, con il picco massimo a Bajardo, nell'entroterra di Sanremo, dove ne sono scesi 132, di cui ben 65 solo oggi. Forti acquazzoni si sono registrati anche ad Apricale, Triora e Carpasio, dove la quantità d’acqua caduta è sensibilmente salita. La località dove ha piovuto di meno, un po’ come su tutto il litorale, è Diano Marina con 48 millimetri da lunedì. Questo è il dettaglio delle precipitazioni tra lunedì e oggi pomeriggio alle 17: Bajardo 132, Colle d’Oggia e Carpasio 125 millimetri, Triora 123, Apricale 119, Colle di Nava 105, Pigna 104, Poggio Fearza 102, Borgomaro 97, Castelvittorio 95, Montalto 94, Airole 88, Ceriana 86,  Pieve di Teco 82, Pontedassio Rocchetta Nervina e Seborga 72, Dolceacqua e Dolcedo 70, Sanremo 56, Ventimiglia 53 Imperia 50, Diano Marina 48.

I corsi d’acqua, costantemente monitorati dall’Arpal, sono cresciuti con gli acquazzoni del pomeriggio ed alcuni si sono avvicinati ai primi livelli di guardia, senza pericoli almeno per ora. Il torrente Impero, nella zona di Pontedassio, è rimasto a quota 0,20, ovviamente molto al di sotto dei livelli di guardia (il ‘giallo’ posizionato a 1,6 ed il ‘rosso’ a 2,7). Il torrente Argentina è risalito ma è sempre al di sotto dei livelli di guardia: a Montalto a 3,98 (5 per il ‘giallo’ e 7 per il ‘rosso’). In località Merelli a 2,22 (livelli di guardia in questo caso a 3 per il ‘giallo’ ed a 4,5 per il ‘rosso’).

Salita anche per il torrente Armea, arrivato a 0,54 (‘giallo’ a 1,3 e ‘rosso’ a 2). Così come il Nervia che, ad Isolabona è a quota 2,10 (livelli di guardia: ‘giallo’ a 3,3 e ‘rosso’ a 4,3). Il fiume Roya è salito in entrambi i punti di controllo: ad Airole a quota 2,71 (guardia a 3,6 per il ‘giallo’ e 5 per il ‘rosso’); a Torri a 1,18 (guardia a 2,5 per il ‘giallo’ e 3,5 per il ‘rosso’). Per tutti i corsi d’acqua livelli in aumento, quindi, a conferma dell’importanza di queste precipitazioni, dopo mesi di siccità.

Nel pomeriggio il vento è calato un po' ovunque, soprattutto sulla costa, al di sotto dei 20 km/h. Da registrare vento più forte in alta montagna e, ad esempio, una forte raffica è stata registrata ai 1.800 metri di Poggio Fearza, con ben 91 km/h intorno alle 15. 

Da stanotte il tempo migliorerà con una tregua e, domani, è prevista una giornata inizialmente nuvolosa, ma in miglioramento. Venerdì tempo nuovamente perturbato con piogge e possibili rovesci temporaleschi. Venti moderati e mare mosso. Temperature in calo. Sabato ampie schiarite con venti moderati e mare mosso. Temperature in aumento. Domenica e lunedì prevalenza di schiarite, venti moderati e mare poco mosso. Temperature stazionarie.

Carlo Alessi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium