/ Attualità

Attualità | 24 aprile 2019, 07:14

Triora riscopre la Festa degli Alberi: non veniva fatta dal 2012. Messi a dimora nuovi platani e abbellite le aiuole (Foto)

Una grande festa che unito la comunità.

“C’è qualcuno seduto all'ombra oggi perché qualcun altro ha piantato un albero molto tempo fa”. Da alcuni giorni, a Triora, si può trovare una targa con incisa questa frase del noto economista e filantropo americano Warren Buffet. Una citazione accompagnata dal nome di 10 bimbi del paesino delle streghe, perchè tanti ne sono nati dal 2012. Un ponte con il passato creato per il ritorno della 'Festa degli Alberi'. Infatti sono passati 7 anni dall'ultima volta che c'è stata questa iniziativa. 

Un omaggio preciso voluto dall'amministrazione comunale del sindaco Massimo Di Fazio ed in particolare dall'assessore Giacomo Oliva che ha fortemente creduto nella riscoperta di questo momento della comunità. Con questa festa vengono messi a dimora tanti nuovi alberi quanti sono stati i nuovi nati del paese. 

Così, lunedì, gli amministratori, i bimbi della scuola P.F. Ferraironi, gli insegnanti e un folto pubblico di genitori e cittadini, si sono ritrovati in corso Italia, il lungo viale che attraversa il borgo. L'obiettivo? Dare nuova vita a quelle aiuole rimaste vuote da diversi anni, piantumando dei platani per abbellire la principale via d'accesso che conduce al centro storico. 

"La scelta della frase di Buffet non è casuale in quanto coglie perfettamente lo spirito di questa Festa. - racconta l'assessore Oliva a Sanremo News - I bambini della nostra scuola sono diventati piccoli giardinieri per un giorno dando sfoggio delle proprie capacità botaniche. Grazie al loro intervento le aiuole antistanti il Municipio ora sono di nuove rigogliose e colorate grazie a dei coloratissimi fiori. Sono stati tutti bravissimi ed hanno dimostrato di essere dotati di un discreto pollice verde. Ci tengo a ringraziare Don Antonio Garibaldi, parroco del paese che ha impartito la propria benedizione a tutti i presenti, ricordando in particolare ai bambini la fortuna di poter vivere in una comunità di paese dove, anche con piccoli gesti, si tramandano sani principi e valori autentici. Questa amministrazione crede molto in questa iniziativa e contiamo di riproporla anche nei prossimi anni. E' un momento importante per tutta la nostra comunità".

La cerimonia è terminata con la lettura di diverse poesie sul tema degli alberi e della natura, insegnate ai bimbi di Triora dai docenti della Scuola Ferraironi. In più, visto l'approssimarsi della Pasqua, il primo cittadino, Massimo Di Fazio, ha voluto omaggiare i più piccoli donando ad ognuno di loro un uovo di cioccolato. La manifestazione si è conclusa con un ricco rinfresco che ha allietato tutti presenti.

Stefano Michero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium