/ Politica

Politica | 23 aprile 2019, 13:04

Elezioni Provinciali dell'11 maggio, il punto di vista politico della Segreteria del Partito Democratico

"Vogliamo esprimere il nostro apprezzamento nei confronti di chi ha saputo gestire con sapienza e senso di responsabilità questo complesso passaggio negoziale. Pensiamo che in quest'occasione la politica abbia saputo mostrare il suo profilo migliore"

Elezioni Provinciali dell'11 maggio, il punto di vista politico della Segreteria del Partito Democratico

"Nello scorso fine settimana sono state presentate le candidature per le elezioni provinciali dell'11 maggio - scrivono dalla Segreteria provinciale PD Imperia -. Il Partito Democratico ha partecipato al dibattito delle ultime settimane e, sin dall'inizio, ha prospettato l'ipotesi di un accordo capace di tenere insieme i sindaci e le amministrazioni comunali della nostra provincia. Pensavamo infatti che, in considerazione del particolare meccanismo di elezione degli organi provinciali che prevede ormai da alcuni anni la esclusiva partecipazione al voto di sindaci e consiglieri comunali, fosse indispensabile trovare una sintesi sia sulle candidature, sia sui temi principali che dovranno essere affrontati.

Riteniamo che la candidatura a presidente di Domenico Abbo vada nella direzione indicata. Si tratta di una persona capace di stimolare il dibattito e di proporre le soluzioni migliori nell'interesse della collettività e, nel contempo, di individuare le giuste mediazioni tra le esigenze amministrative dei comuni del nostro territorio. Non sarà certo un compito semplice, anche in considerazione della complessità dei temi da affrontare. Siamo certi però che Domenico Abbo potrà compiere un percorso positivo e dare finalmente risposta a tematiche fondamentali, che attendono soluzioni condivise.

Nel contempo è stata presentata una lista per il consiglio provinciale, che comprende i sindaci dei comuni principali. Su questo aspetto ci permettiamo di fare una doppia considerazione.

Da un lato esprimiamo soddisfazione perché un modello, da noi proposto quattro anni fa, caratterizzato da un candidato presidente espressione di un piccolo comune e da un consiglio provinciale nel quale siedono i sindaci dei comuni più grandi, mantiene inalterata la sua efficacia. Dall'altro lato vogliamo esprimere il nostro apprezzamento nei confronti di chi ha saputo gestire con sapienza e senso di responsabilità questo complesso passaggio negoziale.

Enrico Ioculano e Alberto Biancheri, sindaci da noi sostenuti ed alle prese con le campagne elettorali per le rispettive riconferme, hanno saputo dedicare tempo prezioso per fare in modo che si addivenisse ad un risultato positivo. Li ringraziamo e ci auguriamo che i loro sforzi vengano premiati e possano proseguire il loro ottimo lavoro da sindaci di Ventimiglia e Sanremo.

Mario Conio e Claudio Scajola, sindaci che non abbiamo sostenuto e nei confronti dei quali siamo all'opposizione in consiglio comunale, hanno dimostrato senso di responsabilità e volontà di anteporre l'interesse collettivo a quello personale. Entrambi sono stati indicati come possibili candidati alla presidenza della provincia ed entrambi hanno saputo fare un passo indietro. Questo consentirà che le numerose tematiche amministrative, da affrontare nei prossimi mesi, potranno essere gestite in un clima di dialogo e condivisione.

Questi quattro sindaci siederanno nel prossimo consiglio provinciale e siamo sicuri che supporteranno con la giusta energia il lavoro del futuro presidente. Pensiamo che in quest'occasione la politica abbia saputo mostrare il suo profilo migliore".

 

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium