/ Speciale elezioni Sanremo

Speciale elezioni Sanremo | 13 aprile 2019, 18:51

Elezioni Sanremo: grande partecipazione ieri all'incontro di Ettore Guazzoni, candidato a sostegno di Alberto Biancheri

Alla riunione ha presenziato la candidata Paola Raffaglio, direttrice del Centro di Ascolto Caritas, che accompagnerà Guazzoni nella campagna elettorale

Elezioni Sanremo: grande partecipazione ieri all'incontro di Ettore Guazzoni, candidato a sostegno di Alberto Biancheri

Grande partecipazione all’incontro organizzato ieri pomeriggio nel quartiere San Bartolomeo da Ettore Guazzoni, 49 anni Avvocato, appassionato di Kart, enduro ed impegnato nel sociale, candidato nella lista Avanti Insieme a sostegno di Alberto Biancheri. All’incontro ha presenziato la candidata Paola Raffaglio, direttrice del Centro di Ascolto Caritas, che accompagnerà Guazzoni nella campagna elettorale.

Durante l’incontro Ettore Guazzoni è intervenuto e presentando la sua candidatura: “Sono una persona comune, semplice, un libero professionista, padre di tre figli. Nella vita ho svolto tanti lavori, anche più umili, che mi arricchito personalmente. Ho deciso di candidarmi a sostegno di Alberto Biancheri, dopo aver ponderato a lungo la mia decisione, mi hanno convinto due elementi: non ho mai sentito Alberto denigrare nessun avversario e la sua semplicità. Trovo che Alberto sia una persona affine a me. Io non ho colori politici, la forza di Alberto è quella di aver riunito una serie di persone della società civile, di destra, di centro, di sinistra ed ha creato un gruppo, io appartengo a questo gruppo. Come sapete, quando prendo un impegno, procedo con serietà e grande determinazione. Voglio sottolineare che l’Amministrazione Biancheri ha lavorato per portare a termine grandi progetti per la città: dal nuovo Puc, allo sblocco della Sati e tanti altri, ma io ammiro Alberto Biancheri soprattutto perché ha implementato il sistema di raccolta differenziata, perché ha cambiato il modo di pensare, lui ha fatto si che il cittadino si assumesse la responsabilità della tutela dell’ambiente. Ringrazio chi ha avuto il coraggio di iniziare questo percorso”.

Durante l’incontro si è presentata Paola Raffaglio, che accompagnerà la campagna elettorale: “Conosco Ettore, ho accettato di condividere questa esperienza con lui, perché apprezzo le sue qualità personali e morali. In questi anni, come Direttrice dell’Associazione del Centro di Ascolto Caritas, ho apprezzato molto le politiche sociali che ha intrapreso l’Amministrazione Biancheri, con cui ho lavorato in stretto contatto.”

L’Avvocato Matteo Morini, durante l’evento, ha sostenuto la candidatura di Ettore Guazzoni: “Ettore è un’ottima persona, di valore e libera. Un uomo che ama tantissimo Sanremo, che ha le competenze adeguate per contribuire al percorso di cambiamento della nostra città.” Anche l’ingegnre Franco Formaggini ha espresso parole di stima personale e professionale nel confronto di Guazzoni : ”Ettore è una persona estremamente disponibile e ritengo che sia la persona giusta, con la preparazione adeguata per accompagnare Alberto durante il prossimo mandato - ha proseguito Claudio Sparago -. Ettore è un professionista serio e concreto, un uomo di grandi qualità morali”.

Ha chiuso l’incontro Alberto Biancheri: “Ho bisogno al mio fianco di persone come Ettore e Paola, che amano Sanremo e che agiscono con il cuore. In questi cinque anni abbiamo realizzato molti progetti. Stiamo lavorando per risolvere problemi ancora presenti in ambito sociale, stiamo attirando investitori stranieri che creeranno posti di lavoro per i nostri ragazzi. Tanto lavoro è stato fatto, molto è ancora da fare. Concludo con il tema della differenziata porta a porta. Sono dieci anni che leggo che sui giornali e sento in Consiglio Comunale persone che si lamentano dei problemi ambientali e proclamano l’amore per il territorio: abbiamo avuto, il lotto 1, il 2 … fino al sei, sono state sbancate le colline, ma se c’è tutto questo amore, perché nessuno si è mai preso la responsabilità di implementare il sistema di raccolta differenziata? Noi ci siamo presi non solo la responsabilità, ma anche le critiche di questa decisione, ma lo abbiamo fatto per dire BASTA ALLE discariche. Se non avessimo introdotto il porta a porta il lotto sei sarebbe già esaurito . Grazie al nostro sistema sono finiti in discarica 18 mila tonnellate in meno negli ultimi due anni! Sono scelte difficili. La differenziata va sicuramente migliorata, ma NOI abbiamo avuto il coraggio di cambiare”.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium