/ CRONACA

CRONACA | 13 aprile 2019, 07:15

Sanremo: prosegue l’offensiva contro l’abbandono di rifiuti, individuati e sanzionati grazie alle fototrappole 12 incivili tra strada Monte Ortigara e piazza San Siro

In strada Monte Ortigara nei guai un’azienda che riversava nei boschi scarti di edilizia e altri rifiuti speciali

Una delle discariche abusive di strada Monte Ortigara

Una delle discariche abusive di strada Monte Ortigara

Ci sono gli ecopunti, ci sono le isole di raccolta e ci sono tutti gli strumenti necessari per conferire a dovere i rifiuti speciali e non. Quindi chi non rispetta le regole lo fa per una chiara volontà di infrangere la legge. Con questo spirito il Comune di Sanremo prosegue nella sua offensiva contro i ‘furbetti’ della spazzatura, l’esercito degli incivili che ogni giorno abbandona rifiuti in strada e non solo.

Nelle ultime ore, grazie all’ausilio delle fototrappole installate sul territorio, il Comune ha individuato e denunciato i responsabili di un’impresa della zona che ha scaricato ingenti quantità di scarti di scarti di edilizia e altri rifiuti speciali nei boschi di strada Monte Ortigara. Un danno ambientale non di poco conto che ora varrà ai trasgressori una denuncia penale con il rischio di pena da tre mesi a un anno oltre a un’ammenda da 2.600 a 26 mila euro.

Telecamere in azione anche in centro. In particolare nella zona di piazza San Siro, angolo piazza Eroi, a lato della chiesa, sono state rilevate ben 11 violazioni. Tutti i soggetti responsabili sono stati identificati, tra loro anche 5 gestori di attività commerciali della zona. Anche in questo caso scatteranno le sanzioni amministrative. Un comportamento che definire incivile è poco, considerando la presenza lì vicino delle vasche per il conferimento e l'ecopunto di piazza Muccioli distante poco più di 100 metri.

Da inizio anno, grazie alle telecamere, sono in totale 530 le violazioni riscontrate tra privati cittadini e imprese. Un’offensiva sempre alta nei confronti di chi proprio non ne vuole sapere di rispettare le regole di conferimento. Fare le cose a norma di legge comporta fatica, abbandonare rifiuti senza scrupoli e poi magari lamentarsi delle condizioni igieniche della città è gratis e, a quanto pare, è una ‘sport’ molto praticato.

Pietro Zampedroni

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium