/ ATTUALITÀ

ATTUALITÀ | 02 aprile 2019, 11:55

Ventimiglia: inaugurato questa mattina in via Sottoconvento l'Emporio Solidale (Foto e Video)

All'appuntamento era presente il Sindaco della città di confine, Enrico Ioculano, insieme all'Assessore Vera Nesci, al Consigliere Federica Leuzzi, ed al Vescovo della Diocesi di Ventimiglia-Sanremo, Mons. Antonio Suetta.

Ventimiglia: inaugurato questa mattina in via Sottoconvento l'Emporio Solidale (Foto e Video)

E' stato inaugurato quest'oggi a Ventimiglia (dopo l'inaugurazione di ieri a Sanremo) in via Sottoconvento l'Emporio Solidale. All'appuntamento era presente il Sindaco della città di confine, Enrico Ioculano, insieme all'Assessore Vera Nesci, al Consigliere Federica Leuzzi, ed al Vescovo della Diocesi di Ventimiglia-Sanremo, Mons. Antonio Suetta.

“Siamo molto contenti, questo è un nostro obiettivo di mandato che è stato realizzato. E’ uno strumento per aiutare le famiglie bisognose che avranno diritto ad un buono spesa che potranno utilizzare in questo posto, dove avranno sicuramente prezzi inferiori rispetto ai supermercati tradizionali. Il primo periodo sarà sperimentale perché dobbiamo valutare anche il modo di cooperazione fra Caritas e comune - continua Vera Nesci - non sarà solamente un posto in cui venire a fare la spesa, ma Caritas insieme a Spes ha proposto alcuni laboratori proprio per creare fra chi lo frequenterà un senso di comunità. Due presidi importanti quelli di Sanremo e Ventimiglia proprio perché rispondono ad un’esigenza del territorio".

Intervista a Vera Nesci

 
"Un progetto importante - ha detto il Consigliere Leuzzi - al quale abbiamo lavorato fin dall'inizio del mandato e al quale tengo particolarmente, che finalmente si realizza!Aiutare le famiglie più bisognose ed in difficoltà è da subito stato un nostro obiettivo e grazie alla cooperazione con Caritas e Spes riusciremo ad offrire aiuti concreti alle fasce più deboli, una sorta di supermercato in cui confluiranno generi alimentari e non solo che provengono da raccolte fatte in diversi punti della città".

Gli Empori solidali aiuteranno chi vive in condizioni di difficoltà, ma anche le attività commerciali della zona nella lotta allo spreco. Saranno a disposizione dei ‘clienti’ individuati dal Comune tutte le merci (alimentari e non solo) non più vendibili nei canali tradizionali. In questo modo chi ne ha bisogno potrà avere accesso a beni di primaria necessità grazie al finanziamento del Comune, un metodo alternativo alla tessera per la spesa al supermercato.

Simona Della Croce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium