/ Cronaca

Cronaca | 27 marzo 2019, 16:45

Frode 'Carosello', nei guai l'imprenditore Davide Pollice, titolare del sito di e-commerce imperiese 'Cioppishop.it'

Nei giorni scorsi gli uomini del reparto di Polizia Economico Finanziaria delle fiamme gialle hanno contestato un’evasione dell’Iva per diverse centinaia di migliaia di euro su due società di Pollice, di cui una gestisce il sito di e-commerce

Frode 'Carosello', nei guai l'imprenditore Davide Pollice, titolare del sito di e-commerce imperiese 'Cioppishop.it'

Frode ‘carosello’. Si chiama così la contestazione di Guardia di Finanza e Procura della Repubblica nei confronti di Davide Pollice, titolare del sito di ecommerce ‘Cioppishop.it’, realtà imperiese, sorella minore di colossi come Amazon, Ebay o Subito.it, con sede in via Rambaldo, a Borgo Marina, amministrata dall’imprenditore di origini napoletane, ma che da tempo vive a Imperia.

Nei giorni scorsi gli uomini del reparto di Polizia Economico Finanziaria delle fiamme gialle hanno contestato un’evasione dell’Iva per diverse centinaia di migliaia di euro su due società di Pollice, di cui una gestisce il sito di e-commerce. L'attività ha portato a un sequestro preventivo di conti correnti e beni societari, oltre a pc e materiale cartaceo. Il meccanismo, come detto, sarebbe quello della frode ‘carosello’, ovvero una serie di passaggi di merce tra varie società appartenenti a Stati diversi.

Nel dettaglio, il Pubblico Ministero Lorenzo Fornace contesta una dichiarazione fraudolenta mediante l'utilizzazione di fatture per operazioni, secondo l'accusa, oggettivamente inesistenti. Il tutto sarebbe stato effettuato tramite passaggi in Spagna e Croazia al fine di abbattere i costi dell'Iva.

Lunedì si è tenuta un’udienza davanti al tribunale del Riesame, il cui esito è previsto a breve, forse entro domani. Pollice è difeso dagli avvocati Sabrina Tallone, del Foro di Imperia e Guglielmo Abbate di Napoli.

I legali hanno presentato una corposa memoria e due consulenze tecniche relative alle due società nei confronti delle quali vengono mosse le contestazioni. Il tutto per duemila pagine che i giudici del collegio composto dalla presidente Laura Russo e dai giudici a latere Marta Maria Bossi e Chiara Bosacchi stanno esaminando attentamente prima di emettere un verdetto. 

Il sito cioppishop.it non risulta sotto sequestro, ma in alto compare una scritta in cui si informa la clientela che a causa di importanti interventi tecnici, in queste ore non è possibile effettuare acquisti.

Francesco Li Noce

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium