/ EVENTI

Che tempo fa

Cerca nel web

EVENTI | 26 marzo 2019, 13:08

Ventimiglia: ‘Incontri ed Intrecci’, all’Ecovillaggio Torri Superiore torna il Festival di Primavera

Quarta edizione per il tradizionale appuntamento che lancia la bella stagione. Dal 29 al 31 marzo in programma tantissimi eventi, laboratori, conferenze e spettacoli

Ventimiglia: ‘Incontri ed Intrecci’, all’Ecovillaggio Torri Superiore torna il Festival di Primavera

Ritorna, per il quarto anno, l’attesissimo “Festival di Primavera”! Dal 29 al 31 marzo, una kermesse di musica, danze, laboratori, passeggiate nella natura, discipline olistiche e animazione per grandi e piccoli. Nella magica cornice dell’Ecovillaggio Torri Superiore che, tra l’altro, in questo 2019 compie 30 anni, tre giorni di “Incontri e Intrecci” per iniziare la primavera con uno sguardo nuovo e diverso.

Organizzato dalla rete di Imprese Le Terre di Confine e dalle associazioni Torri Superiore e Creatorri, con il patrocinio del Comune di Ventimiglia e il sostegno di Coop Liguria e Banca di Caraglio – Credito Cooperativo, il Festival di Primavera è ormai una tradizionale apertura della bella stagione e anche quest’anno il programma presenta alcune conferme e diverse novità.

Tra le iniziative che sono state “ereditate” dagli scorsi anni sono l’appuntamento con il trekking di sabato 30 (con Rudy Valfiorito) e la passeggiata alla ricerca di erbe spontanee di domenica 31. Sempre domenica con Mauro Vaglio, ma al pomeriggio, una nuova attività nella natura: il nordic walking, presentato da Dario Donatello e dalla Scuola Ponente Ligure dell’Anwi.

Tanti gli appuntamenti musicali, a cominciare dal workshop di flamenco che, con Simona Betti, aprirà il programma venerdì 29 dopo cena, per passare poi alla musica africana del gruppo Maninka, alle melodie dell’arpa celtica di Claudia Murachelli e ai diversi laboratori musicali per adulti e bambini condotti da Enzo Rotox e dalla stessa Murachelli. E ancora il teatro di strada, con i cantastorie e giocolieri Claudio & Consuelo e con i monologhi teatrali sul tema del viaggio, della Compagnia Liber Theatrum, che chiuderanno il programma domenica alle 19.

La cultura è però anche incontro: e allora quale migliore occasione per parlare di incontro ed intreccio di culture, ascoltando i pareri e le esperienze di chi, in una città come Ventimiglia, ha vissuto la ricchezza ma anche i contrasti degli eventi e delle reciproche conoscenze di questi anni? L’appuntamento è rappresentato dalla conferenza centrale del Festival, quella del sabato pomeriggio, dal titolo “Il mondo è un intreccio di culture”, con don Rito Alvarez, il pastore valdese Jonathan Terino, lo scrittore Enzo Barnabà e alcuni rappresentanti della comunità islamica, evento, questo, inserito nel quadro delle iniziative della Scuola di Pace di Ventimiglia.

Nel segno dell’intreccio anche il laboratorio di cesteria, con Alexandra Marks, e quello di mandala, curato da Francesca Lanzilotti e Alessia Lunetta. Ancora arte, per bambini, con la “Pittura selvaggia” di Antonella Rauseo. La consueta sessione yoga sarà tenuta da Lara Paulucci, mentre anche questa volta ci saranno l’attesa gara di torte (domenica pomeriggio), il mercatino di primavera e l’aperitivo in piazzetta (venerdì e sabato pomeriggio).

L’Ecovillaggio Torri Superiore mette a disposizione i suoi posti letto, per chi non vuole perdersi neanche un minuto del Festival e vuole abbinare un piacevole soggiorno in Riviera. Pranzi e cene (vegetariani e vegani) saranno disponibili a buffet su prenotazione. info@torri-superiore.org / 0184 215504.

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium