/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 26 marzo 2019, 08:39

Incendio a Cogoleto: situazione in miglioramento, autostrada riaperta tra Varazze e Savona e ci sono 47 evacuati (Foto e Video)

Il sindaco: "Le raffiche di vento non aiutano. Il fuoco è stato domato nelle parti basse dei quartieri di Levante". Sul posto stanno operando numerose squadre dei vigili del fuoco. In arrivo i mezzi aerei. Sono 12 gli ettari andati a fuoco.

Incendio a Cogoleto: situazione in miglioramento, autostrada riaperta tra Varazze e Savona e ci sono 47 evacuati (Foto e Video)

E’ stata riaperta parzialmente, questa mattina, la A10 Genova-Savona dove, all’altezza di Cogoleto nel corso della notte, un incendio (favorito dal forte vento che sta interessando la zona) ha colpito una vasta area fuori dalla competenza autostradale.

È ancora in corso l'intervento dei Vigili del Fuoco che nella notte avevano disposto la chiusura del tratto compreso tra Arenzano e Savona per ragioni di sicurezza. Dalle 6 circa, è stato possibile riaprire il tratto in entrambe le direzioni nel savonese, mentre permane la chiusura, sempre in entrambe le direzioni, tra Arenzano e Varazze, dove prosegue l’intervento dei vigili del fuoco.

Lungo il percorso interessato dall'evento, a causa dei danni provocati dalle fiamme in alcuni punti all'arredo stradale, sono state installate riduzioni di carreggiata per consentire le immediate operazioni di ripristino da parte del personale della Direzione del 1° Tronco di Genova di Autostrade per l'Italia intervenuto sul posto. Agli utenti che da Genova sono diretti verso Ventimiglia si consiglia di uscire ad Arenzano e tramite la SS1 Aurelia rientrare a Varazze. In alternativa per chi proviene dalla Lombardia o dal Piemonte ed è diretto verso Ventimiglia è possibile utilizzare la A26 per raggiungere la A21 Torino- Piacenza da cui seguendo per Torino raggiungere la A6 Torino-Savona per poi proseguire verso Savona e raggiungere la A10. Percorsi inversi per chi da Ventimiglia è diretto verso Genova o Piemonte/Lombardia.

Il Sindaco di Cogoleto Mauro Cavelli ha così commentato: "Il fuoco è stato domato nelle parti basse dei quartieri di Levante come Gioiello, Colombara Prino ecc., ivi compresa Isorella e le ville sull'Aurelia. L'incendio è ancora presente ancora parzialmente in via Madonnina alta, via Chiappino, Maxetti e Pissarotta ed è sceso verso zona Loaga. In questa ultima zona tuttavia, la situazione è migliorata. Anche nel rimanente territorio interessato si registra un miglioramento anche se le raffiche di vento, in diminuzione, non aiutano. Le scuole di ogni ordine e grado resteranno chiuse per pubblica incolumità".

Al Don Milani il Comune ha accolto e sta assistendo circa 47 evacuati. Inoltre è stato richiesto ed ottenuto supporto alla Regione ed alla Prefettura. Il Nucleo di Pronto Impiego della CRI con sede alla Caserma Gavoglio di Genova, ha portato acqua potabile al Don Milani con un camion per l'assistenza alle persone evacuate - prosegue il sindaco - CRI e Croce d'oro stanno operando sul campo per assistere a 360 gradi ed anche fornire acqua agli operatori sulla linea del fuoco. Il Gruppo comunale di protezione civile ed antincendio boschivo ha operato in via Ronco superiore a difesa delle persone e delle abitazioni.

Dal Centro Coordinamento Soccorsi presso la Prefettura di Genova hanno assicurato che interverranno due o tre Canadair. I giardinieri comunali sono intervenuti a difesa del Palazzetto dello Sport, e sulle palme della passeggiata a mare che avevano preso fuoco. In questo momento stanno operando 60 vigili del fuoco provenienti da Genova, Spezia, Massa e Piacenza. Circa 30 sono i volontari Aib impegnati. Diversi i funzionari e gli operatori comunali impegnati da ieri sera.

Sono presenti al COC il Vicesindaco Costa, il Comandante provinciale dei Vigili del fuoco unitamente al Comandante VV.FF. Albino, il Comandante della Compagnia Carabinieri di Arenzano Maggiore Toscano, l'Assessore regionale alle foreste Stefano Mai, i responsabili CRI e Croce d'oro, il Gruppo comunale PC Aib di Cogoleto. Un prezioso contributo è stato fornito dalla protezione civile e Aib comunale del Comune di Arenzano. Inoltre è stata aperta per emergenza la Farmacia comunale e il punto vendita Coop - conclude - Anche Italgas ed Enel stanno monitorando la situazione. Enel inizierà a breve ad intervenire sulle interruzioni di corrente nelle zone di Capieso e Maxetti. Sono 12 gli ettari andati a fuoco.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium