/ Attualità

Attualità | 26 marzo 2019, 17:47

Sanremo: commercianti e residenti all'unisono per la viabilità del Borgo "Torniamo alla situazione precedente" (Foto e Video)

Alla presenza del presidente, Andrea Di Baldassarre, e del promotore di zona, il Dottor Graziano Colombo della omonima farmacia, si è discusso sull’implementazione della nuova viabilità ed anche del maggiore controllo da parte della Polizia Municipale che, negli ultimi tempi ha sanzionato diverse auto in divieto di sosta.

Sanremo: commercianti e residenti all'unisono per la viabilità del Borgo "Torniamo alla situazione precedente" (Foto e Video)

Commercianti e residenti della zona Borgo a Sanremo chiedono al Comune un passo indietro e, almeno per ora, il ritorno alla situazione precedente, nell’ambito delle modifiche alla viabilità, all’incrocio tra via Galilei, via Martiri e strada Borgo Tinasso.

Il sentimento unanime di tutti è emerso oggi pomeriggio durante la riunione che è stata chiesta a Confcommercio. Alla presenza del presidente, Andrea Di Baldassarre, e del promotore di zona, il Dottor Graziano Colombo della omonima farmacia, si è discusso sull’implementazione della nuova viabilità ed anche del maggiore controllo da parte della Polizia Municipale che, negli ultimi tempi ha sanzionato diverse auto in divieto di sosta.

I commercianti, ma anche i residenti della zona, criticano aspramente la nuova soluzione adottata, etichettandola sia come inadatta alla zona e più pericolosa per gli incidenti rispetto a prima. Il presidente di Confcommercio, Andrea Di Baldassarre ha ascoltato i pareri di tutti, chiedendo di fare le proposte del caso e sottolineando l’importanza di sottoporre il tutto, prima ad un tecnico e, quindi, con delle soluzioni plausibili, al Comune per i cambiamenti necessari.

“Chiediamo di poter avere un sistema di rotatoria diverso – ha detto Andrea Di Baldassarre - perché c’è una problematica di lavoro. Anche se la zona sembra piccola rispetto alla città, parliamo di una dozzina di attività ovvero di circa 50 posti di lavoro. Un’economia importante e bisogna valorizzare la zona e che ci sia la possibilità di fermarsi per fare shopping”.

Quali potrebbero essere le soluzioni. Lo abbiamo chiesto al Dott. Graziano Colombo: “E’ molto semplice, ovvero valutare un momento e capire gli errori fatti. Intanto quando si prendono certe decisioni, sarebbe positivo coinvolgere le persone della zona. In secondo luogo bisogna fare una valutazione non solo economica ma anche sociale. Noi siamo qui anche per pensare ai clienti che non possono fermarsi vicino a noi. Non c’è un parcheggio per disabili e per gli anziani ed è inutile lo scivolo che è stato fatto. Sarebbe meglio ragionare insieme e vedere cosa si può fare”.

Nel corso della riunione è stato deciso di chiedere che ci siano più posti auto a rotazione, che questi arrivino ad almeno 30 minuti e che, soprattutto, ci sia un maggiore controllo, perché in molti sottolineano come diversi parcheggi a ’15 minuti’ sono presi come dei veri e propri ‘posti privati’ da residenti della zona. Tra le molte proposte anche quelle di trasformare i parcheggi a ’15 minuti’ in posti a pagamento (blu) oppure una sistema a ‘gettoni’ forniti dai commercianti, che consentano solo ai clienti di posteggiare.

Verrà anche chiesto al Sindaco un confronto tra commercianti, residenti ed ufficio viabilità, per trovare una soluzione comune che possa andare incontro alle esigenze di tutti. Nel corso della riunione è emerso nuovamente il problema ed i gravi pericoli provocati dal parcheggio ‘selvaggio’ di strada Borgo Tinasso.

Carlo Alessi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium