/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 25 marzo 2019, 13:18

Bordighera: al via il progetto ‘Digital Divide’ proposto dall’associazione Auser all’Istituto Montale

Il progetto, rivolto agli allievi della terza e della quarta Liceo scientifico, è inserito tra le attività dell’Alternanza scuola-lavoro e ha come obiettivi la comunicazione e la conoscenza, promuovere e avviare gli anziani verso nuovi strumenti di comunicazione ed espressivi, favorire l’inclusione sociale delle persone.

Bordighera: al via il progetto ‘Digital Divide’ proposto dall’associazione Auser all’Istituto Montale

Il Liceo scientifico delle Scienze Applicate dell’Istituto Montale di Bordighera ha accolto la proposta del Sig. Ciro Galasso, Presidente dell’Associazione di Promozione Sociale AUSER Circolo Intemelio di Ventimiglia, riguardante il “Corso Digital Divide”, inserito nel progetto regionale “Intervento di comunità per anziani-invecchiamento attivo”, sviluppato d’intesa con la Conferenza dei Sindaci e rivolto alle persone anziane che vivono nel territorio del Distretto Sociale n.1 Ventimigliese.

Il “Digital Divide” è il divario che c’è tra chi ha accesso a internet e chi non ce l’ha, per scelta o no. Ne deriva una esclusione dai vantaggi della società digitale, con danni socio-economici e culturali per chi ne è colpito.Tra le categorie più minacciate dall’esclusione digitale vi sono proprio i soggetti anziani (“digital divide intergenerazionale”).

Il progetto, rivolto agli allievi della terza e della quarta Liceo scientifico, è inserito tra le attività dell’Alternanza scuola-lavoro e ha come obiettivi la comunicazione e la conoscenza, promuovere e avviare gli anziani verso nuovi strumenti di comunicazione ed espressivi, favorire l’inclusione sociale delle persone.

Verranno avviati processi di incontri intergenerazionali tra quindici giovani liceali e quindici anziani, dove i giovani, coordinati dalla Prof.ssa Anita Granili, insegnante di informatica del Liceo OSA, potranno rivestire il ruolo di “docenti”, mentre gli anziani quello di “discenti”. L’insegnante si occuperà di tenere i corsi, i ragazzi, invece, prepareranno tutto il materiale necessario, con il supporto e la supervisione della Prof.ssa Granili.

Gli incontri saranno cinque, di due ore ciascuno, e si terranno il martedì pomeriggio nei mesi di marzo e aprile.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium