/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 23 marzo 2019, 07:11

Imperia: lo sfogo della responsabile di una cooperativa che gestisce i migranti "Veniamo insultati ogni giorno, ho denunciato uno che mi ha detto che mi farà saltare in aria la casa"

"Tutte le mattine davanti alla porta della cooperativa troviamo sacchetti che contengono feci, per strada mi insultano dicendomi che mi piace 'scopare con i negri'. Questa è l'Italia di oggi, grazie a certi personaggi"

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

“La vita di chi, come me lavora nel settore dell'accoglienza si sta trasformando in un inferno. Ho denunciato alla Polizia Postale una persona che mi ha minacciata, dicendomi che mi farà saltare in aria la casa”. A parlare è la responsabile di una cooperativa imperiese che si sfoga ai microfoni di Imperia News, chiedendo però di mantenere l'anonimato. La sua è una testimonianza scioccante.

“Sto aspettando l'esito della denuncia, ma gli episodi non si fermano qui. - continua - Tutte le mattine davanti alla porta della cooperativa troviamo sacchetti che contengono feci, per strada mi insultano dicendomi che mi piace 'scopare con i negri'. Questa è l'Italia di oggi, grazie a certi personaggi, ma io non mollo perché questi ragazzi vengono prima di tutto per me”.

La donna è responsabile della cooperativa dove è ospite un giovane migrante con problemi psichiatrici che alcuni giorni fa aveva dato di matto a Oneglia, prima che gli stessi operatori della cooperativa lo caricassero a forza in macchina per portarlo via.

“La gente quando ha visto la scena ha pensato a un rapimento, così hanno chiamato la Polizia, ma si tratta semplicemente di una persona con dei problemi che noi abbiamo fermato, subito dopo è stato portato al pronto soccorso”, conclude.

Francesco Li Noce

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium