/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | 20 marzo 2019, 13:18

Imperia: sopralluogo al depuratore, il direttore di Rivieracqua Ferrari "Pronti a ripartire da lunedì, superata la criticità del ritiro fanghi" (Foto e video)

Domani un summit tra amministratori in comune, sul tavolo anche la relazione tecnica odierna

Imperia: sopralluogo al depuratore, il direttore di Rivieracqua Ferrari "Pronti a ripartire da lunedì, superata la criticità del ritiro fanghi" (Foto e video)

Bloccato dall'estate 2018 per: "l'impossibilità di smaltimento dei fanghi" e, a tre mesi circa dall'inizio di quella del 2019, il depuratore di Imperia sembra pronto a ripartire.

Questo ciò che emerge dal sopralluogo odierno nella struttura con la presenza del direttore generale di Rivieracqua Angela Ferrari, del dirigente del Comune di Imperia Alessandro Croce, dei rappresentanti dei comuni di Diano Castello e Pontedassio e dei tecnici delle parti coinvolte: Rivieracqua, con Valerio Chiarelli e Paolo Ferrari, e Provincia.

Un incontro durato circa due ore dal quale è emersa una relazione da parte della società che verrà discussa domani in un summit specifico tra amministratori presso il Palazzo civico del capoluogo.

"Abbiamo fatto un sopralluogo tecnico – spiega Angela Ferrari all'uscita. Abbiamo verificato lo stato degli impianti contradditorio, prendendoci l’impegno di ripartire lunedì mattina per verificare lo sviluppo del processo e se, chiaramente, l’impianto abbia ripreso la piena funzionalità.

Gli interventi sono stati fatti e sono pronti per partire la prossima settimana. Anche la criticità del ritiro fanghi per il momento pare superata, sono però tutte procedure in corso. Stiamo facendo tutto il possibile per ritornare alla corretta funzione del depuratore. Abbiamo fatto uno stato dell'arte, analizzando i singoli pezzi della filiera, evidenziando quali erano le criticità e quali gli interventi effettuati, contiamo che siano risolutivi per il funzionamento dell'impianto".

"Puntiamo a ripartire presumibilmente a inizio settimana prossima, abbiamo realizzato tutti quegli interventi necessari per riprendere la piena funzionalità dei vari processi – ha evidenziato il direttore esecutivo Chiarelli. Le parti hanno preso atto di quanto fatto e ci aggiorneremo a giovedì prossimo per verificare il buon andamento del depuratore.

Assolutamente non siamo preoccupati. Nell'incontro di domani in Comune ribadiremo che siamo pronti a far ripartire, dopo tutta una serie di interventi di manutenzione straordinaria, i processi depurativi. Domani si affineranno alcuni concetti legati innanzitutto al cronoprogramma di ripartenza perché non si tratta ovviamente di un on-off, ma comporta una serie di inneschi per il quale ci vorranno ragionevolmente una decina di giorni. Si andranno poi a definire alcuni interventi migliorativi per affrontare la stagione estiva".

Sulla situazione generale di Rivieracqua ha invece glissato Paolo Ferrari dicendo: "Non mi occupo di questi aspetti io sono un tecnico".

Quella del depuratore rimane comunque una delle problematiche di Rivieracqua che la stessa società elenca in uno specifico promemoria spiegando come, dopo un anno di gestione del depuratore, non avrebbe ancora percepito nulla a fronte di 1 milione di euro di spese. Né il comune di Imperia né Amat avrebbero infatti versato a Rivieracqua le quote di propria competenza per la copertura dei costi. Inoltre molte manutenzioni straordinarie non sarebbero state finanziate dai comuni fruitori. 

Il sopralluogo odierno, ricordiamo, era stato convocato d'urgenza a seguito dell'incontro avvenuto nelle giornata di lunedì tra il sindaco di Imperia Claudio Scajola e il presidente provinciale Fabio Natta.

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium