/ POLITICA

POLITICA | 16 marzo 2019, 09:07

Ventimiglia: la consigliera Patrizia Acquista al Corso di Alta formazione Politica della Scuola Sant'Anna di Pisa

"È lo spirito di partecipazione attiva che mi ha spinto ormai cinque anni fa a chiedermi se posso fare qualcosa dedicando tempo, impegno e competenza dopo la mia elezione a consigliera comunale nella giovane amministrazione Ioculano."

Ventimiglia: la consigliera Patrizia Acquista al Corso di Alta formazione Politica della Scuola Sant'Anna di Pisa

"Inizio in risposta alla consigliera di opposizione Silvia Malivindi proprio dall'ultima frase del suo intervento su questo giornale e raccolgo i ringraziamenti che rivolge a 'chi ancora ci crede e vuole migliorare la capacità di fare amministrazione' è aggiungo anche di fare politica giusta e attenta ai bisogni dei cittadini ai quali sono rivolti servizi e qualità della vita." A dirlo è la capogruppo di maggioranza del Comune di Ventimiglia che inizia così una riflessione sui cinque anni di Amministrazione che si stanno volgendo al termine, ma anche sul senso di partecipazione, partendo da uno spunto avviato dalla consigliera Malivindi sul nostro giornale, reduce dal corso Anci Forsam, a cui ha partecipato come unica amministratrice ligure. 

"È lo spirito di partecipazione attiva che mi ha spinto ormai cinque anni fa a chiedermi se posso fare qualcosa dedicando tempo, impegno e competenza dopo la mia elezione a consigliera comunale nella giovane amministrazione Ioculano - prosegue Patrizia Acquista - si sta concludendo il mandato istituzionale ma non la mia volontà di partecipazione attiva alla vita politica nella sua quotidianità. 

È proprio con questo spirito che ho deciso di frequentare il Corso di Alta formazione Politica e amministrazione negli enti locali che si sta svolgendo presso la Scuola universitaria Superiore Sant'Anna di Pisa aa.2018/2019 in collaborazione con Legautonomie.

Il Corso si propone di inquadrare da un punto di vista normativo, giurisprudenziale e pratico l'attività di indirizzo politico e l'attività di gestione all'interno degli enti'
I tempi che viviamo impongono ai cittadini, agli amministratori locali e nazionali di affrontare sfide difficili ma essenziali sono le soluzioni. 

Occorre con determinazione colmare quel vuoto che è il sentimento di speranza per una vita migliore innanzitutto per chi vive un disagio sociale creato da un impoverimento economico, lavorativo, da una mancanza di progettazione futura per i nostri giovani. Questi stessi giovani che ora più che mai ci chiedono immediati interventi: sono spaventati che futuro che li attende non sia in realtà una vita sostenibile come hanno goduto le generazioni che li hanno preceduti."

C.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium