/ CRONACA

Che tempo fa

Cerca nel web

CRONACA | 15 marzo 2019, 09:52

Imperia: mobilitazione provinciale di 'Global Strike for Future', il corteo continua senza autorizzazione e interviene la Questura (Foto e Video)

Da piazza Roma a lungomare Vespucci con un corteo non autorizzato per protestare contro il cambiamento climatico e contro le multinazionali

Imperia: mobilitazione provinciale di 'Global Strike for Future', il corteo continua senza autorizzazione e interviene la Questura (Foto e Video)

Imperia si mobilita per l'ambiente e per il cambiamento climatico. Lezioni all'aperto, 'biciclettata' e sit-in davanti al comune per dare un segno simbolico, ma forte contro gli sprechi e a favore di un mondo, a partire dalla nostra città, più green per il bene di tutti.

AGGIORNAMENTO DELLE 11.30: la manifestazione è proseguita con i ragazzi che si sono spostati in lungomare Vespucci per raggiungere anche piazza Dante. Alcuni hanno anche fatto irruzione nel Mc Donald's con slogan contro le multinazionali. È intervenuta la Questura che ha identificato alcuni giovani, evidenziando che il prosieguo della manifestazione non è autorizzato.

La diretta del corteo non autorizzato da piazza Roma a lungomare Vespucci

L'intervista a Cristina Sala di Fiab Imperia prima della partenza di questa mattina

E' partita la manifestazione provinciale di 'Global Strike for Future', organizzato dall'attivista svedese Greta Thunberg che ha seguito in tutto il mondo. Sul posto anche i partecipanti al corteo su due ruote, a pedali, proposto da Fiab Imperia, da calata Cuneo a viale Matteotti 157, sede del Palazzo comunale, per un sit-in simile, con le dovute proporzioni, a quelli di Thunberg sotto il Palrmanento svedese. Proseguimento, a piedi o in bici, verso piazza Roma.

Era presente anche l'Assessore all'Ambiente Laura Gandolfo




Un bellissimo battesimo in cui posso venire a dire che l'amministrazione c'è, è presente, la città di Imperia si è impegnata, il Sindaco si è impegnato a far diventare la città di Imperia una città ecologica attraverso lo sviluppo sostenibile, quindi aderendo all'agenda 2030 delle Nazioni Unite, per cui innanzitutto è un orgoglio vedere che questi ragazzi non scioerano come facevamo noi per il contratto dei bancari, ma fanno uno sciopero importante, ci sono, sono in un numero decisamente alto e che in tanti anni, ma nemmeno troppi, l'educazione ambientale ha fatto presa e che quindi questi giovani ci credono. Dobbiamo fare in modo che ci credano tutti, che tutti si rendano conto dell'importanza dello sforzo che si sta facendo proprio in questo momento critico in cui la città sta cambiando la raccolta dei rifiuti, come tutti sappiamo, cosa che ovviamente porta qualche disagio.

Dobbiamo fare in modo che tutti sappiano l'importanza del piccolo gesto che compiono tutti i giorni e del piccolo sforzo che viene fatto in questo cambiamento
”.





Una giornata all'insegna dell'ambiente, annunciata la partecipazione dei Giovani democratici e dei volontari dell'Associazione M'Importa, che si pone l'obiettivo di sensibilizzare il più possibile la cittadinanza verso un problema reale che coinvolge tutti e per il quale la giovane Thunberg ha intrapreso un'autentica battaglia, inizialmente personale, oggi accolta da migliaia di persone dalla Svezia al sud America.

Le manifestazioni si svolgono anche a Diano Marina (alla scuola di via Gibelli), dove gli alunni hanno fatto una colazione 'plastic free' ed a Castelvecchio dove la presidente di Associazione Genitori Attivi Federica Novelli tiene una lezione su Greta Thunberg

Lorenzo Bonsignorio

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium