/ RISTORANTI PONENTE & COSTA...

RISTORANTI PONENTE & COSTA AZZURRA | 09 marzo 2019, 13:50

Al Giardino di Torino la cucina è circolare: in tavola rispetto, attenzione e non spreco. Di un alimento si utilizza tutto con armonia ed equilibrio.

Durante il Festival del Giornalismo Alimentare che si è svolto a Torino a fine febbraio, la piacevole scoperta di un ristorante vegetariano e vegano con salde radici nella tradizione gastronomica italiana.

Al Giardino di Torino la cucina è circolare: in tavola rispetto, attenzione e non spreco. Di un alimento si utilizza tutto con armonia ed equilibrio.

Nel centro storico di Torino, nella piccola Piazza dei Minusieri, si affaccia il Giardino  Ristorante Veg, dove opera Maria Zingarelli bravissima chef appassionata di cucina vegetariana.

L’ambiente è moderno con un arredamento studiato nei minimi dettagli per regalare un’atmosfera serena e rilassata. Il locale aperto da cinque anni non vuole essere né un locale di moda e neppure un rifugio per irriducibili e settari vegani, accoglie tutti offrendo una cucina sana e deliziosa.

La filosofia del locale è semplice: una cucina circolare che offre preparazioni a impatto zero ed adatta a tutti i palati, con piatti per celiaci, allergici e specialità a misura di bambino. A pranzo propone un menù colorato nella “Ciotola” al costo di 11 euro e a cena una carta con piatti pronti a regalare una grande emozione per il palato e la mente offerti in versione sia vegana sia vegetariana. Tutte le preparazioni, vegetariane e vegane, coniugano la cucina italo-piemontese con quella etnica e così in carta potete trovare piatti come la cisrà di ceci vicino al cous cous. Tutti gli ingredienti, compresi i fiori eduli, arrivano da produttori del territorio,  passando attraverso una filiera controllata e rispettosa della natura e dei suoi cicli, e utilizzati secondo le regole dell'economia circolare, cioè utilizzando tutto e non gettando nulla.

Maria Zingarelli in occasione del press tour ci ha accolti con calore e simpatia, offrendoci acque aromatizzate calde e fredde, prima di condurci in un viaggio sensoriale nella sua cucina circolare a base di legumi, mandorle riso e cacao crudo, regalandoci grandi emozioni e la voglia di tornare la più presto.

Maria è una chef non solo simpatica e dai modi gentili, ma anche una professionista con una importante esperienza maturata in cucine stellate e approdata ad una cucina vegetariana, che intreccia le sue radici pugliesi con quelle piemontesi. Dalle sue parole traspare immediatamente che la passione e la curiosità sono le basi solide del suo lavoro e che la sua proposta vegetariana non è determinata dalla moda del momento, ma deriva da anni di studio e ricerca.

Questo il menù proposto ai giornalisti del Festival

Crema di taro, patate, cacao, verde porro con mignon di riso venere e croccante riso bianco e mais

Insalata di legumi italiani con salsa di zucca e mandorle

Crema di piselli spezzati, cavolo nero, acqua di riso venere con uovo di quaglia e mandorle

e per finire un “come un Brownie, mousse alle nocciole e cacao con cremoso di mandorle e dente di drago".

Al Giardino si organizzano anche su richiesta corsi di cucina, servizio di catering, cuochi a domicilio, cucina da asporto e con consegna. Spesso vengono proposte serate a tema e i piccoli clienti non solo sono ben accolti, ma oggetto di grandi e piccole attenzioni. Il Giardino Ristorante Veg si trova a Torino in via Barbaroux, 25, con ingresso dalla adiacente Piazza dei Minusieri, tel. 011 6970071 dispone di un sito internet ed una vivace pagina facebook. Se passate da Torino è assolutamente da provare e poiché il locale dispone di soli 20 coperti, anche se non obbligatoria è consigliabile la prenotazione.

Claudio Porchia

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium